Microbiologia

Attività antimicrobica di lattoferrina in combinazione con probiotici

Ceppi probiotici sono stati valutati nei confronti della sensibilità alla lattoferrina bovina (apo-BLF) e al suo idrolizzato.

La crescita di Lactobacillus acidophilus ATCC 4356, Lactobacillus salivarius ATCC 11741, Lactobacillus rhamnosus ATCC 53103, Bifidobacterium longum ATCC 15707 e Bifidobacterium lactis BCRC 17394 è risultata inibita sia dall’apo-BLF che dalla BLF idrolizzata. L’apo-BLF e il suo idrolizzato hanno inoltre inibito la crescita di patogeni di origine alimentare, tra cui Escherichia coli, Salmonella typhimurium, Staphylococcus aureus ed Enterococcus faecalis.

Anche i surnatanti prodotti da L. fermentum, B. lactis e B. longum hanno inibito la crescita della maggior parte dei patogeni. La combinazione di apo-BLF o BLF idrolizzato con i surnatanti delle colture dei ceppi sopra descritti ha mostrato effetti sinergici o parzialmente sinergico contro la crescita della maggior parte dei patogeni selezionati. Studi clinici vanno condotti per valutare il potenziale antimicrobico della combinazione di apo-BLF o dei suoi idrolizzati con probiotici specifici.

Bibliografia

P.W. Che net al., St. Mary’s Medicine, Nursing and Management College, National Chung-Hsing Univ. (p. 1438-1446); Journal of Dairy Science, vol. 96, n. 3 (2013)

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Latte © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151