Saggi molecolari

Controllo microbiologico del latte crudo

È stato sviluppato un metodo di PCR quantitativa (qPCR) per la rivelazione e quantificazione di Escherichia coli O157 in latte crudo per garantirne la sicurezza. Per concentrare i batteri a partire da 10 ml del latte crudo ed eliminare gli inibitori della PCR è stata usata la centrifugazione assieme al trattamento con acido etilendiamino- tetra acetico (EDTA), sodio dodecil solfato (SDS), DNasi e tripsina in condizioni ottimizzate.

Il DNA dal pellet dell’intero campione è stato estratto efficientemente e rapidamente con un passaggio, in una singola provetta, e quantificato mediante un saggio di PCR quantitativa Taqman (5’ nucleasi). Questo approccio costituisce un significativo miglioramento rispetto agli altri metodi disponibili, perché consente di utilizzare grandi volumi di campione, rimuovere efficacemente gli inibitori senza l’uso di reagenti tossici o infiammabili, estrarre il DNA ad alta resa e ottenere risultati rapidi, quantitativi.

Escherichia coli O157:H7 inoculato in latte crudo è stato rivelato alla concentrazione di 1 ufc/ml a partire da 10 ml di campione in meno di 3 ore.

Bibliografia

Moushumi Paul et al. Dairy and Functional Foods Research Unit, USDA, Wyndmoor (USA); International Dairy Journal, ed. online 21 maggio 2013. In stampa http://dx.doi.org/10.1016/j.idairyj.2013.04.007

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Latte © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151