DSF, la sostenibilità che unisce

Si chiama Dairy Sustainability Framework il programma GDAA che mira a far convergere e a collegare iniziative di sostenibilità per affermare la leadership e il progresso a livello globale

GDP-Dairy-Sustainability-Framework with layerCon un tasso di crescita della popolazione mondiale di 1 miliardo di persone ogni 12 anni, la garanzia della sicurezza nutrizionale è divenuta per tutti pressante: come è possibile sfamare il mondo e assicurare una nutrizione superiore, in modo più sostenibile? Le proteine di maggiore qualità e i nutrienti essenziali degli alimenti lattiero- caseari assumono valore crescente per gli obiettivi di sicurezza alimentare che mirano a garantire la qualità nutrizionale. Mentre l’industria lattiero-casearia si è sempre prodigata nel migliorare pratiche sostenibili in stalla e in tutto il ciclo di vita del prodotto, sinora non ci si era mai incontrati per creare un quadro globale per la sostenibilità. Il Dairy Sustainability Framework (DSF) è stato lanciato il 28 ottobre 2013, al Vertice mondiale di latteria IDF di Yokohama (Giappone).

DSF è il risultato di un progetto di ricerca di 18 mesi guidato dai firmatari di Global Dairy Agenda for Action (GDAA): European Dairy Association (EDA), Eastern and Southern African Dairy Association (ESADA), Pan-American Dairy Federation (FEPALE), Global Dairy Platform (GDP), International Dairy Federation (IDF) e Sustainable Agricultural Initiative Platform (SAI). Insieme all’agenzia di consulenza inglese SustainAbility, si è creato il DSF grazie a oltre 100 interviste individuali, diversi incontri e workshop a livello mondiale, una rassegna di oltre 80 prodotti lattiero-caseari e 20 iniziative di sostenibilità non-casearie maturate in tutto il mondo. Il DSF si fonda su undici criteri di sostenibilità globale che devono diventare prioritari a livello locale/regionale.

Pertanto, tramite un “linguaggio comune” vengono allineati i gruppi che lavorano su obiettivi simili, favorendo così la connessione, la condivisione di esperienze e l’opportunità di accelerare gli sviluppi. Gli undici criteri, ciascuno dotato di dichiarazione generale d’intenti, sono organizzati in tre aree. Sei riguardano le questioni ambientali (emissioni di gas serra, nutrienti del suolo, rifiuti, acqua, suolo, biodiversità); due le condizioni economiche (sviluppo del mercato, economie rurali) e tre gli aspetti sociali (condizioni di lavoro, sicurezza e qualità di prodotto, cura degli animali).

gdaaDSF, un quadro non uno standard Al momento di scegliere SustainAbility, il GDAA ha chiesto all’agenzia di condurre uno studio indipendente sulla fattibilità e sull’opportunità di sviluppare uno standard lattiero- caseario globale di sostenibilità. Ciò in risposta alle richieste del canale retail, delle ONG e altri gruppi di far adottare all’industria un approccio basato su standard allineati, in maniera analoga a quanto avviene per altre materie prime come l’olio di palma. In base ai risultati, il GDAA ha ritenuto che sarebbe stato meglio creare la DSF non come standard, ma come un processo per armonizzare la terminologia, le priorità comuni e la revisione delle attuali prassi, rispondendo in maniera forte alle sfide che il settore lattiero- caseario deve affrontare a livello globale.

Questo approccio consente un allineamento e un collegamento tale da rispettare le esigenze locali e le diverse fasi della sostenibilità. Grazie alla continua implementazione, a prescindere dal fatto che la sostenibilità sia già avviata oppure appena gli inizi, nel DSF c’è spazio per tutti. Qualsiasi organizzazione è pertanto invogliata a unirsi alle altre lungo la filiera lattiero-casearia e a condividere le rispettive attività all’interno delle azioni globali di sostenibilità – siano essi in stalla, durante la trasformazione o alla vendita al dettaglio. Attraverso un processo iterativo con i “membri”, saranno definiti gli indicatori chiave rispetto ai quali determinare il progresso e, quindi, il miglioramento continuo del settore. Considerando le diversità, sono state create tre categorie di adesione: Implementation Members, Affiliate Members e Supporters. Le iscrizioni sono aperte e crescono ogni giorno. Nessuno dovrebbe pertanto esitare a unirsi al DSF!

Per ulteriori informazioni: www.dairysustainabilityframework. org; Brian Lindsay, DSF Development Director, brian.lindsay@ dairysustainabilityframework.org.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Latte © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151