I parlamentari UE in favore della sicurezza alimentare e contro lo spreco di cibo

Fotolia_46956217_XLNella risoluzione del Parlamento approvata oggi, alla vigilia dell’apertura ufficiale di Expo Milano 2005, si sottolinea che l’UE dovrebbe sfruttare tale evento per incoraggiare pratiche agronomiche sostenibili, aumentare l’equità nella catena di approvvigionamento e combattere lo spreco del cibo e la malnutrizione. L’obiettivo finale è garantire la sicurezza alimentare globale.

«La sicurezza alimentare globale, la lotta contro lo spreco alimentare e il miglioramento della sostenibilità della produzione agricola sono questioni che richiedono una soluzione urgente e internazionale. Il voto di oggi invia un segnale forte e sottolinea che il Parlamento prende questi temi sul serio. Invitiamo la Commissione e gli Stati membri a unirsi a noi e a usare Expo Milano 2015 come un’opportunità per trovare soluzioni a queste sfide globali urgenti» ha detto Paolo De Castro (S&D, IT), relatore della risoluzione del Parlamento, approvata con 460 voti in favore, 126 contrari e 20 astensioni.

Appello per una vera sicurezza alimentare per tutti

I deputati evidenziano che, anche se il diritto al cibo è un diritto umano fondamentale, esistono ancora aree di insicurezza alimentare nell’UE. Le stime suggeriscono che la crescita della popolazione globale richiederà un aumento del 70% dell’offerta alimentare entro il 2050.

Per far fronte alle sfide della sicurezza alimentare, l’UE deve:

  • Incoraggiare pratiche agronomiche più efficienti e una gestione delle risorse agricole più sostenibile
  • Aumentare la trasparenza e l’equità nella catena di approvvigionamento alimentare
  • Promuovere un utilizzo razionale delle scarse risorse e investire di più nella ricerca, in modo da aumentare la resa riducendo l’impatto ambientale.

I deputati hanno inoltre espresso la loro preoccupazione per il fenomeno del land grabbing e per il suo impatto sulla sicurezza alimentare nei paesi in via di sviluppo.

I deputati intendono designare il 2016 come Anno europeo contro lo spreco alimentare

Secondo le stime, circa il 30% del cibo in tutto il mondo viene buttato o sprecato. Lo spreco annuale di cibo nella sola UE raggiunge circa 80 milioni di tonnellate ed è previsto in crescita, fino a raggiungere circa 126 milioni di tonnellate entro il 2020, a meno che non vengano presi provvedimenti.

Per tali ragioni, il Parlamento ha invitato la Commissione a:

  • Incoraggiare gli Stati membri a prendere provvedimenti contro lo spreco di cibo a tutti i livelli della catena di approvvigionamento e a impostare obiettivi ambiziosi e vincolanti a tal fine
  • Focalizzarsi sulle campagne educative, designare il 2016 come Anno europeo contro lo spreco alimentare e promuovere più efficacemente il cibo salutare e uno stile di vita sano.

Prossime tappe

I membri delle commissioni per l’agricoltura, l’energia e il commercio internazionale visiteranno il sito di Expo Milano 2015 il 18 e 19 giugno per promuovere ulteriormente gli sforzi per accrescere la sicurezza alimentare globale, lottare contro lo spreco alimentare e incoraggiare uno stile di vita sano. Successivamente, anche le commissioni per l’ambiente e sicurezza alimentare e sviluppo invieranno delegazioni a Milano.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Latte © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151