Il 2017 per il business Dairy di Danone

0
59
Immagine di uno stabilimento Danone Unimilk Chekhov, Russia © Thomas Haley

Nel 2017, le vendite della divisione EDP International di Danone (Essential Dairy & Plant-Based) sono diminuite dell’1,3% su base “like-for-like New Danone”, per un calo dei volumi di -6,1% nonostante un rialzo a valore del 4,8%. Nel quarto trimestre dello scorso anno, le vendite sono state sostanzialmente piatte (-0,3%). Considerando le diverse aree geografiche, la crescita delle vendite in Europa (escluso quelle di Alpro) è rimasta negativa nel quarto trimestre, ma è proseguito il miglioramento in essere dal secondo trimestre, con segnali di svolta diversi tra i differenti Paesi. In particolare, Activia ha registrato chiari segni di ripresa in nazioni quali Francia, Spagna, Regno Unito, Italia. Anche il rilancio in Q3 di questo marchio di punta ha contribuito a tale risultato, in particolare in Francia. Danone ha continuato a diffondere con successo in Europa il suo portafoglio di marchi giovani e locali, tra cui Light & Free nel Regno Unito o Les Deux Vaches in Francia. Le vendite di Alpro, ora secondo marchio per importanza della divisione EDP Internazionale EDP in Europa, sono aumentate di quasi il 10% nel quarto trimestre, trainate dalla forte domanda di bevande a base di frutta a guscio e alternative vegetali allo yogurt. Alpro è il leader di mercato in 4 Paesi (Regno Unito, Germania, Belgio e Paesi Bassi), in cui realizza quasi l’80% delle sue vendite. Per quanto concerne l’America Latina, la crescita delle vendite è rimasta sostenuta in Messico nel quarto trimestre 2017, al contrario del Brasile in cui si è avuto un calo a due cifre. Nella regione della CSI, Danone ha registrato nel quarto trimestre 2017 una solida crescita, trainata dal rialzo del mercato e dalla sovraperformance di marchi premium come Actimel, Danissimo e Prostokvashino.

Guardando al nord America, le vendite della divisione EDP Noram (Nord America) sono diminuite del -2,0% nel 2017 su base “like-for-like New Danone”, con un calo tanto nei volumi (-1,8%) quanto a valore (-0,2%). Come previsto vi è stato un miglioramento progressivo, con vendite in contrazione dello 0,4% nel quarto trimestre, ma tornate in crescita escludendo Fresh Foods (da -2,2% nel 3° trimestre). Il comparto yogurt ha continuato a regalare soddisfazioni a Danone nel quarto trimestre anche in termini di quote di mercato. Ciò grazie al lancio dei primi yogurt biologici per bambini e neonati a marchio Happy Family, al restyling di Light & Fit e a nuove referenze per il brand International Delight. I coffee creamer hanno vissuto un anno molto positivo, che ha portato a incrementi pure delle quote di mercato. Lo stesso discorso vale per i dessert e le bevande vegetali, sospinti dai marchi Silk, Vega e So Delicious.

Le vendite di prodotti lattiero-caseari premium sono diminuite fortemente nel quarto trimestre e hanno continuato a risentire dell’eccesso di offerta del latte biologico. Per questo nel quarto trimestre 2017 Danone ha continuato a ridurre la propria offerta biologica, a ricollocare il surplus in altri prodotti a portafoglio e a stimolare la domanda attraverso innovazioni, come la linea grass-fed Horizon.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here