Il vetro fa tendenza

Il vetro piace sempre di più ai consumatori europei e soprattutto italiani. Un consumatore su due in Europa dichiara infatti di utilizzare più contenitori per cibi e bevande in vetro rispetto a tre anni fa e questo avviene soprattutto in Italia (57%), Austria e Croazia. Addirittura l’85% dei consumatori europei suggerirebbe il vetro ai propri amici e familiari (+15% rispetto a 8 anni fa), con un exploit dell’Italia: il 91% degli italiani lo consiglierebbe, la percentuale più elevata tra tutti i Paesi e il 6% in più rispetto alla media europea. Le ragioni di questa scelta? Preoccupazione per l’ambiente e per la sicurezza alimentare. Questa crescente “tendenza vetro” emerge da un’indagine indipendente InSites, che ha coinvolto 18.000 consumatori europei (più di 2.500 in Italia), commissionata dalla community di Friends of Glass, in 11 Paesi europei (Germania, Francia, Italia, Regno Unito, Spagna, Austria, Croazia, Repubblica Ceca, Polonia, Slovacchia e Svizzera).

I risultati dell’indagine rivelano che il 76% degli europei vede il vetro come il materiale di imballaggio più rispettoso dell’ambiente, un rialzo del 50% rispetto al 2008. Per quanto riguarda l’Italia, la percentuale di coloro che pensa che il vetro sia il materiale più amico dell’ambiente è più elevata rispetto alla media europea e si attesta intorno all’81%. Dal punto di vista della sicurezza alimentare, il 53% degli europei lo sceglie perché ritiene che sia il materiale di confezionamento più sicuro per il cibo. In Italia questo dato è considerevolmente più alto con il 65% degli intervistati che ritiene che il vetro sia il miglior packaging per i cibi (fanno meglio solo i francesi con il 67%). Per quanto riguarda le bevande, il 73% degli europei considera il vetro come il materiale di imballaggio più sicuro, in linea con il dato italiano (72%). In Italia poi l’utilizzo di bottiglie e vasetti di vetro è superiore alla media europea soprattutto per prodotti quali olio, aceto, vino, birra, salse e condimenti, frutta sciroppata, bibite.

«Questa indagine, che vede l’Italia tra le prime nazioni d’Europa per la scelta di contenitori in vetro, più rispettosi dell’ambiente, più sicuri per gli alimenti e simboli dell’economia circolare – ha sottolineato Marco Ravasi, presidente dei contenitori in vetro di Assovetro, l’Associazione italiana degli industriali del vetro – conferma una tendenza in atto, che vede in Italia consumatori sempre più attenti alla salute e alla sostenibilità dei prodotti alimentari. Ormai non si legge solo l’etichetta di un prodotto, ma si tiene conto anche della sostenibilità dei contenitori».

Poco noti i benefici

Mentre il vetro è considerato come uno degli imballaggi più sostenibili ed ecologici, sembra necessaria una maggiore informazione sui suoi benefici. Ci sono ancora molti europei che non sono pienamente consapevoli dei numerosi vantaggi offerti dal vetro all’ambiente e a uno stile di vita sostenibile. Infatti il vetro è riciclabile al 100% infinite volte, mentre la maggior parte degli europei crede che sia riciclabile solo all’84% (all’83% per gli italiani). Solo il 49% degli europei (il 53% degli italiani), ritiene che i rifiuti di vetro non siano nocivi per l’ambiente.

Pur essendoci un incremento della media europea rispetto a tre anni fa (dove si attestava al 40%), ancora c’è molto da fare in termini di consapevolezza.

In Italia i driver che spingono i consumatori all’utilizzo del vetro sono le preoccupazioni legate alla sicurezza alimentare (51%), la riciclabilità del materiale (47%) e l’impatto ambientale (44%). Il 63% dei nostri connazionali sarebbe disponibile a utilizzare solo packaging in vetro qualora fosse disponibile: una crescita del 3% rispetto al 2014, quando questo dato si attestava già al 60%, e al di sopra della media europea.

Un gap generazionale?

Questa ultima ricerca evidenzia come le generazioni più anziane siano meglio informate rispetto all’importanza della scelta del corretto imballaggio per uno stile di vita sano e sostenibile. I consumatori più giovani acquistano meno prodotti confezionati in vetro rispetto alle generazioni più vecchie, e si aspettano di trovare meno packaging in vetro per prodotti alimentari e bevande. Il prezzo (34%) e la disponibilità (34%) sono i principali ostacoli all’acquisto di prodotti in vetro. Tuttavia, le generazioni più giovani identificano nell’imballaggio in vetro l’opzione più trendy e pensano che il vetro sia il miglior packaging per preservare il gusto e la qualità. Sebbene le giovani generazioni preferiscano il vetro, sono meno preoccupate per le questioni di sicurezza alimentare e per quelle ambientali relative al packaging rispetto ai consumatori più anziani.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Latte © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151