L’Expo pacifica il Bitto

BittoQuello che non è riuscito al tempo è riuscito all’Expo… o quanto meno alle prospettive e alla ribalta che la manifestazione universale porterebbe con sé. Il Consorzio per la salvaguardia del Bitto storico e il Consorzio di Tutela formaggi Valtellina Casera e Bitto hanno sottoscritto un documento per chiudere un ventennale conflitto scandito da ricorsi, multe, denunce e litigi incentrati su luogo di produzione del formaggio e alimentazione delle bovine. L’elemento saliente dell’accordo è l’ultimo punto in cui si specifica che la commercializzazione dei prodotti avverrà in funzione della loro stagionatura “in linea generale”: il Bitto storico sarà commercializzato con invecchiamento superiore a 12 mesi mentre quello Dop sarà commercializzato entro l’anno di stagionatura. Così infatti recita l’accordo, al punto 7: “Commercializzazione del prodotto: in linea generale, gli associati al Consorzio per la Tutela dei formaggi Valtellina Casera e Bitto finalizzeranno la loro attività alla commercializzazione del Bitto DOP entro l’anno di stagionatura; l’attività degli aderenti al Consorzio Salvaguardia Bitto storico sarà prioritariamente rivolta, invece, alla commercializzazione del prodotto con stagionatura oltre l’anno”.

 

 

 

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Latte © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151