Notizie

Linea senza lattosio

0
141

Il retailer svedese ICA ha affidato all’agenzia Designkontoret Silver il rifacimento della linea di prodotti lattieri senza lattosio a marchio proprio. I creativi hanno subito notato che i prodotti lattiero-caseari “privi di lattosio” presenti sul mercato, in genere, avevano un look troppo severo e noioso che richiamava quello di un farmaco. L’agenzia ha pertanto optato per un’immagine a scaffale con un design di ispirazione basato su una grafica giocosa di norma presente sui cartoni di latte tradizionale venduti in Svezia. È stato sviluppato un simbolo “privo di” insieme a un sistema per aiutare i consumatori a trovare i prodotti adatti per le loro allergie alimentari. Il simbolo sarà utilizzato non solo per i prodotti privi di lattosio prodotti, ma anche per quelli senza glutine e altri allergeni.

L’industria del riciclo del PET minacciata dalle persistenti carenze strutturali in tutta Europa

Da una parte, le attuali infrastrutture di raccolta hanno raggiunto il loro limite e la raccolta delle bottiglie di PET ristagna a quota 50%, mentre la rimanente percentuale è ancora avviata in discarica o incenerita. «L’Europa non sta massimizzando l’utilizzo sostenibile di una risorsa preziosa come il PET post-consumo», ha affermato Casper van den Dungen (presidente del gruppo di lavoro PET di EuPR, Plastics Recyclers Europe). Inoltre, a causa del consistente alleggerimento e del design complesso delle bottiglie i costi medi del riciclo sono notevolmente aumentati negli ultimi anni. Tali maggiori esborsi ora non possono essere più assorbiti tramite economie di scala. D’altra parte, negli ultimi anni è aumentata la domanda di PET riciclato e ciò ha determinato un rialzo significativo degli investimenti in molte linee di riciclo. Casper van den Dungen ha sottolineato anche che «l’effetto combinato di queste pecche del mercato sta causando un funzionamento degli impianti di riciclaggio inferiore al 75% delle loro potenzialità. Al fine di aumentare l’efficienza della filiera PET, l’Europa ha bisogno di una catena ben gestita ed equilibrata».

 

A cura della redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here