Linee e impianti completi per l’industria casearia

2
128
La linea installata presso le Latterie Friulane di Campoformido
La linea installata presso le Latterie Friulane di Campoformido

Un ventaglio di soluzioni impiantistiche a progetto e su misura per il cliente nell’ambito della tecnologia di produzione casearia e dell’igiene alimentare

Sulbana (www.sulbana.com), fondata nel 1983 a Elsau (Svizzera) dall’attuale presidente Andreas Hugi con il socio Jürg Altwegg, è sorta operando fondamentalmente nei mercati svizzero, tedesco e del nord Europa come rappresentanti/distributori di alcune aziende estere e italiane attive nei settori lattiero-caseario, confezionamento nonché tecnologia di processo e di igienizzazione. Mediante tali attività Sulbana è entrata come fornitore in grossi gruppi di produzione e lavorazione del formaggio, in particolare a pasta filata, quali, per esempio, i tedeschi Goldsteig e Zott, il belga Belgomilk, lo svizzero Emmi, il gruppo danese Arla Food, l’austriaco Berglandmilch ecc. Alle attrezzature per linee di processo sono state abbinate anche attrezzature più semplici quali impianti di lavaggio a schiuma o impianti di igienizzazione del personale. Con queste stesse aziende Sulbana, attualmente configurata come gruppo costituito dalla casa madre svizzera Sulbana AG e dalla filiale italiana Sulbana Srl fondata a Cuneo nel 2004, sta ancora operando incrementando rappresentanze e vendite. Nel 2013 è stata acquisita l’azienda finlandese Antti Lindfors Oy di Kauhajoki, ora Sulbana Oy, che non opera più solo come società di engineering o di intermediazione commerciale ma come azienda costruttrice di impianti chiavi in mano per la produzione di formaggi duri e semiduri, partendo dalle linee di coagulazione, di preformatura e di pressatura fino a giungere alle linee di salatura (automatiche e semi automatiche) e al confezionamento. La filiale italiana ha come mercato di sbocco prevalentemente quello italiano mentre il gruppo Sulbana opera praticamente in tutta Europa oltre che sul mercato nord-americano dove sono già stati installati impianti in funzione. Con l’acquisizione della società finlandese il gruppo ha variato in parte la propria attività passando da quella di sola commercializzazione e di fornitura di impianti chiavi in mano anche all’attività produttiva.

Vista interna degli uffici della sede svizzera di Sulbana
Vista interna degli uffici della sede svizzera di Sulbana

Oltre gli impianti di produzione, realizzati dalla Sulbana Oy finlandese, vengono realizzati impianti completi con la società italiana CMT Spa, in particolare tutte le linee per formaggio a pasta filata quale mozzarella e pizza-cheese, con eventuali integrazioni di linee di confezionamento della ditta PFM Spa, di macchine di lavaggio della Colussi Ermes Srl, senza trascurare la linea igiene e lavaggio/pulizia con la distribuzione degli impianti di lavaggio a schiuma della danese Foamico nonché l’attrezzatura per l’igienizzazione del personale della tedesca ITEC.

La gamma degli impianti e delle attrezzature

«Il complesso di produzione casearia che viene realizzato dalla Sulbana in Finlandia è composto da vari impianti di lavorazione – spiega Giuseppe Bergese, responsabile della sede italiana della Sulbana. – La linea inizia con le vasche di coagulazione nelle quali si trasforma il latte in cagliata che è trasferita alle vasche di preformatura e i sistemi di pressatura chiusi o aperti dopo di cui il semilavorato è trasferito all’interno di un impianto automatizzato per produrre sagome di prodotto a forma circolare e a forma quadrata. L’impianto è dimensionato ad hoc per il cliente in funzione della quantità oraria e giornaliera di prodotto che deve essere ottenuto seguendo anche eventualmente i lay-out che il cliente ritiene indispensabile mantenere. In particolare Sulbana può realizzare dal piccolo, al medio e al grande impianto nel modo più semplice, semiautomatizzato o semimanuale, nonché impianti estremamente automatizzati con un operatore che attraverso un pannello di controllo è in grado di gestire tutta la lavorazione». Le vasche di coagulazione sono realizzate in vari modelli con dimensioni che vanno da 1.000 a 25.000 litri ed eventualmente in altre dimensioni su richiesta del cliente. Il serbatoio interno è, su richiesta, disponibile anche in rame. Le vasche di preformatura, fornite anche in versione CIP, dispongono di: sistema di riempimento ottimizzato; coperchio pressa con distribuzione uniforme della pressione; drenaggio del fondo ed estrazione del formaggio mediante nastro trasportatore e dispositivo di taglio automatico. A richiesta è disponibile la misurazione del letto di cagliata. Le presse per formaggio chiuse dispongono di cilindri in acciaio inox e sistema di trasporto a nottolino. Il programma di pressatura è impostabile da PLC con predisposizione per il ciclo CIP. Tutte le attrezzature sono fornibili anche nelle versioni USDA/FDA. Le presse aperte, attrezzate con cilindri in alluminio o in acciaio inox, sono a pressa continua oppure a colonna con programma impostabile da PLC. La pulizia avviene manualmente con sistema a schiuma. Sulbana propone anche: sistemi di movimentazione forme con trasportatori a nastro in versione aperta o chiusa; impianti di lavaggio forme a tunnel completamente automatici con pulizia a spruzzo o a ultrasuoni; vasche di salatura per blocchi grandi con circolazione della salamoia attraverso refrigeratore e filtro; sistemi di salatura in vasca di salamoia, nelle versioni per formaggi da pizza o con sistema a circolazione; attrezzature per lavorazione della cagliata con sistema di riscaldamento nella vasca, lavaggio e raffreddamento continuo e sistema drenante del tamburo; attrezzature per pasta filata per la produzione di mozzarella e formaggio da pizza con graduazione del peso ogni 0,5 g. Il ventaglio delle offerte comprende anche confezionatrici verticali od orizzontali in sacchetti tubolari, sistemi di pulizia a bassa pressione per materiali e impianti, apparecchi di sanificazione del personale.

Vista interna dalla pre-pressa cagliata/formaggio
Vista interna dalla pre-pressa cagliata/formaggio

La realizzazione di un impianto presso un utilizzatore

«I clienti chiedono che gli impianti siano progettati in modo adeguato per quelle che sono le loro realtà produttive e le loro caratteristiche di prodotto, nel rispetto degli spazi disponibili e con la garanzia della capacità di lavorazione costante e uguale in ogni giorno secondo le rese prefissate» riprende Bergese. Presso le Latterie Friulane di Campoformido (Udine) è stata installata una linea automatica di formatura e pressatura per formaggio Montasio (circa 7,8 kg di peso, diametro di 330 mm e altezza di 84 mm). La linea automatica è alimentata da tre vasche di coagulazione da 10.000 litri per una portata oraria di 1.200 kg/h di formaggio. La linea è composta da una vasca di pre-pressatura nella quale sono scaricati contemporaneamente cagliata e siero. Nella fase di scarico, una parte di siero è drenata in linea e una parte, a piacere, secondo la propria tecnologia può rimanere all’interno della pre-pressa oppure essere evacuata totalmente durante la fase di distribuzione della cagliata. Alla fine si otterrà un letto di cagliata dello spessore desiderato. Una volta distribuito il prodotto sul nastro all’interno della pre-pressa, in automatico si attiverà il sistema di pressatura. Terminata la fase, la cagliata è fatta avanzare dal nastro drenante di fondo effettuando tagli longitudinali e trasversali per ottenere blocchi di cagliata da 260×260 mm. Tutto l’impianto è lavato automaticamente in modalità CIP senza dover smontare alcun accessorio. Dopo la fase di taglio, i blocchi sono inviati dalla pre-pressa agli stampi di forma cilindrica da 330 mm di diametro tramite un nastro trasportatore. Gli stampi provengono da un apposito magazzino che li invia a una lava-stampi e poi al carico della cagliata. Nella fase successiva, in automatico, avviene l’inserimento del coperchio nello stampo per ottenere la pressatura della cagliata e conferire la forma circolare. Gli stampi con la cagliata sono trasportati alle presse dove si effettua una pressatura di circa 90/120 min. in multipli di 4. A pressatura ultimata, gli stampi automaticamente sono trasferiti nella stazione di estrazione delle forme e, una volta completata la fase, gli stampi e i coperchi sono inviati all’impianto di lavaggio e successivamente in magazzino, mentre il formaggio dopo la marchiatura è inviato alle salamoie. Questa soluzione impiantistica offrirebbe anche la possibilità di lavorare a ciclo continuo ininterrottamente ventiquattrore su ventiquattro.

Esterno della sede svizzera di Sulbana
Esterno della sede svizzera di Sulbana

2 Commenti

  1. salve. cerco di linea completa per latte e gli esterni freddo n4 /50. 000lt cad 1; e completa con tutti gli impianti e attrezzi.. e una linea per yogurt 60ton completa cisterne di 10ton cad una e una linea completa latte uhm e burro. cerco usato meta meta nuovo. io sono procacciatori d’affari nom essaadaoui mohamed TelMarocco e 00212619737765/00212641542640 e italia 0039/3664358310; mail essa.med@hotmail.fr. Grazie

  2. Buongiorno gentile signori..
    Siamo interessati un impianto produzione yogury e formaggi
    100 ton x giorno.
    Per conto cliente iran..
    Sherkate bostan sofal.
    Sede in neka.regione di mazanderan.
    Iran
    Direttore.mr ali bagheri.
    Mobile.
    00989119537280
    Pregate inviare un offerta in richiesta.
    Max urgerza.
    Cordiali saluti
    Architetto.Dario Mogrian.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here