Produzione e caratterizzazione di una batteriocina da batteri lattici

0
49

Lactobacillus pentosus B231 isolato da un formaggio DOP portoghese: produzione e caratterizzazione parziale delle sue batteriocine

La batteriocina B231 prodotta da Lactobacillus pentosus, isolato da un formaggio artigianale da latte crudo a designazione di origine protetta portoghese, è una piccola proteina di circa 5 kDa attiva nei confronti di numerosi ceppi selvaggi di Listeria monocytogenes, Listeria ivanovii e Listeria innocua. La produzione della batteriocina dipende fortemente dal tipo di terreno colturale impiegato per la crescita di Lact. pentosus B231. La sostituzione del glucosio con maltosio ha fornito rese più alte nella produzione di batteriocina con otto differenti fonti di carbonio, in particolare la resa massima è stata ottenuta durante la fase stazionaria della crescita di Lact. pentosus B231 in brodo MRS a 30°C.  La batteriocina è risultata sensibile al trattamento con tripsina e proteinasi K ma non a trattamenti compresi tra 55-121°C o al congelamento (-20°C). Il gene codificante la plantaricina S è stato rilevato nel DNA genomico. Il potenziale virulento e la sicurezza di Lact. pentosus B231 sono stati determinati per PCR tramite la valutazione di alcuni geni specifici. La presenza dei geni della virulenza, dell’antibiotico resistenza e delle ammine biogene è risultata limitata dai geni per citolisina, ialuronidasi, sostanze aggreganti, adesione delle proteine del collagene, gelatinasi, tirosina decarbossilasi e vancomicina B.

di J. Guerreiro et al., Escola Superior de Tecnologia e Gestão, Instituto Politécnico de Viana do Castelo e Univ. of São Paulo(p. 95-104), Probiotics and Antimicrobial Proteins, vol. 6, n. 2 (2014)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here