Metodi chimico-fisici

Quantificazione di ioduro

0
90

È stata effettuata l’analisi di premiscele disidratate da includere nelle formulazioni per l’infanzia e in altri prodotti nutrizionali per misurare il contenuto di ioduro mediante cromatografia liquida ad alte prestazioni (HPLC) con rivelazione UV a 230 nm. La separazione è stata ottenuta su colonne Phenomenex C18 da 3 μm con esadeciltrimetilammonio cloruro in una miscela 50:50 (v/v) acetonitrile:tampone (pH 5,5).

L’ottimizzazione del metodo ha permesso di ottenere un recupero quantitativo da un’ampia gamma di matrici, con una ripetibilità accettabile nell’intervallo 3-4%. Per aumentare la precisione e permettere un controllo di qualità affidabile gli autori suggeriscono di utilizzare campioni di 25-50g. Il metodo può essere applicato alle premiscele con un contenuto di ioduro compreso tra 20 e 2000 μg/g.

Bibliografia

David C. Woollard e H.E. Indyk. Eurofins NZlabs e Fonterra Waitoa, Nuova Zelanda; International Dairy Journal, ediz. online 21 maggio 2013. In stampa http://dx.doi.org/10.1016/j.idairyj.2013.05.003

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here