Microbiologia

Ricerca di antibiotici

È stato sviluppato un sistema in micropiastra che utilizza quattro saggi microbiologici per la rivelazione e la classificazione di residui di antibiotici nel latte. Ogni saggio contiene un terreno di coltura, un indicatore acidobase o redox, un “miglioratore” della capacità di rivelazione e spore microbiche (Geobacillus stearothermophilus, Bacillus cereus e Bacillus subtilis) che sono sensibili a gruppi diversi di antibiotici.

Questo sistema in piastre microtitolo identifica residui di antibiotici beta-lattamici, tetracicline, sulfamidici e chinoloni in latte a livelli prossimi ai limiti massimi per ciascun residuo in 6 ore, rappresentando un’alternativa ai sistemi tradizionali in piastra Petri che richiedono invece 24 ore per fornire i risultati. Il sistema fornisce anche una risposta di tipo sì-no di facile interpretazione. L’implementazione del sistema permette la classificazione preliminare degli antibiotici in quattro gruppi, prima della successiva analisi mediante tecniche cromatografiche.

Bibliografia

Orlando Nagel et al. Facultad de Ciencias Veterinarias, Universidad Nacional del Litoral, Esperanza, Argentina; International Dairy Journal, ediz. online 18 maggio 2013. In stampa http://dx.doi.org/10.1016/j.idairyj.2013.04.004

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Latte © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151