Sicurezza alimentare

Riduzione di residui chimici nel latte

Prodotti lattieri ad alto tenore in grasso come il burro possono essere contaminati durante il processo di produzione del latte con il triclorometano (TCM), residuo che deriva dall’utilizzo di soluzioni detergenti a base di cloro. Nel tentativo di ridurre tali residui nel latte, una procedura modello è stata sviluppata e testata in 43 aziende agricole (da 3 aziende di trasformazione).

Ciò ha comportato l’identificazione delle aziende agricole con latte ad alta concentrazione in TCM, applicando azioni correttive sotto forma di consigli e raccomandazioni per ridurre la TCM e la rimisurazione di questi allevamenti.

Il triclorometano è stato misurato mediante gascromatografia dello spazio di testa con rivelatore a cattura di elettroni. La strategia di riduzione sviluppata ha consentito una riduzione significativa dei livelli di TCM nel latte degli allevamenti testati. Inizialmente le cisterne contenenti il latte proveniente da 10-15 allevamenti sono stati campionati ed analizzati e le cisterne a più alta TCM identificate. Successivamente sono state identificate le aziende di provenienza del latte ad alto TMC. Una riduzione nei livelli in TCM del latte è stata osservata in fase di trasformazione del latte, con livelli significativi in 5 delle 6 aziende di trasformazione considerate.

Bibliografia

S. Ryan et al., Univ. College Cork (p. 184-189); Journal of dairy research, vol. 80, n. 2 (2013)

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Latte © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151