Rilevazione di adulteranti vegetali in latte in polvere

die070Rapida rilevazione turbidimetrica di adulterazione del latte in polvere con proteine vegetali. Lo sviluppo di saggi per lo screening nel latte di proteine estranee adulteranti si è bloccato dal 2008 a causa delle forti reazioni internazionali seguite all’incidente per l’avvelenamento da melamina in Cina e l’enfasi di sorveglianza posta sugli adulteranti ricchi di azoto a basso peso molecolare. Nuovi test di screening sono invece richiesti per rilevare proteine adulteranti ad alto peso molecolare e caratterizzarne il rischio potenziale. È stato sviluppato un metodo turbidimetrico rapido per lo screening di latte in polvere di proteine vegetali insolubili. I limiti di rilevazione ottenuti sono variati da 100 a 200 mg o 0,1-0,2% del peso del campione e i recuperi dall’estrazione tra il 25 e il 100%. La sensibilità e la semplicità del test lo rendono potenzialmente adatto allo screening rapido di campioni di latte in polvere in cui si sospetta adulterazione con proteine vegetali.

Bibliografia

P. F. Scholl et al., Center for Food Safety and Applied Nutrition, U.S. Food and Drug Administration (p. 1498-1505) – Journal of Agricultural and Food Chemistry, vol. 62, n. 7 (2014)

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Latte © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151