Schemi dietetici nella galattosemia

0
56

ITAAMB010NK096

Contenuto in galattosio di legumi, caseinati e alcuni formaggi duri: implicazioni nel trattamento dietetico classico della galattosemia.  Non ci sono rapporti validi sul contenuto in lattosio e/o galattosio di alcuni alimenti tradizionalmente limitati nella dieta classica per la galattosemia. Campioni di formaggi duri, caseinati e fagioli neri, rossi e ceci sono stati analizzati per il contenuto in galattosio libero utilizzando HPLC con rilevatore a indice di rifrazione o amperometrico pulsato. Le concentrazioni di galattosio in alcuni formaggi a pasta dura e stagionati e in tre Cheddar mini/medi prodotti da piccoli caseifici locali, sono risultati <10 mg/100g di campione rispetto a 55,4 mg/100g di campione in quattro Cheddar prodotti da un produttore multinazionale. Nei caseinati di calcio e di sodio è risultato variare tra il non rilevabile fino a 95,5 mg/100 g di campione. I dati raccolti forniscono una base per valutare la possibile inclusione di legumi, alimenti contenenti caseinato e alcuni formaggi a pasta dura stagionati, precedentemente limitati, nella dieta di persone con galattosemia.

Bibliografia

S.C. Van Calcar et al., Univ. of Wisconsin-Madison e Univ. of Colorado-Denver School of Medicine, Harvard Medical School e Univ. of British Columbia (p. 1397-1402) – Journal of Agricultural and Food Chemistry, vol. 62, n. 6 (2014)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here