Chimica-fisica di latte e derivati

Screening di antibiotici nel latte

0
453

Un metodo di screening multiresiduo per 33 antibiotici da cinque famiglie differenti è stato usato per determinare contemporaneamente antibiotici sulfamidici, tetracicline, macrolidi, chinolonici e cloramfenicolo mediante ultra-HPLC (ultra high pressure liquid chromatography) e spettrometria di massa tandem (tandem MS).

I ricercatori hanno sviluppato un semplice metodo di preparazione del campione che utilizza un passaggio di precipitazione delle proteine, centrifugazione ed estrazione in fase solida, che è stato ottimizzato per ottenere il miglior recupero per tutti i composti.

La metodologia è stata validata per metodi di screening quantitativo, valutando capacità di rivelazione (CCβ), specificità, selettività, precisione e applicabilità. La precisione, espressa come deviazione standard relativa, era inferiore al 21% per tutti i composti.

Il valore CCβ è stato determinato per scopi di screening e, in accordo al limite massimo residuo, è stato calcolato il limite di rivelazione del metodo che era compreso tra 0,010 μg/kg e 3,7 μg/kg. La validazione ha dimostrato che il metodo è adatto per essere applicato all’analisi di routine per la rivelazione di antibiotici in latte vaccino, caprino e ovino.

Bibliografia

Andreia Freitas et al. INIAV, Unidade Estratégica de Investigação e Serviços de Tecnologia e Segurança Alimentar, Lisbona (Portogallo); International Dairy Journal, ed. online 17 giugno 2013. In stampa. http://dx.doi.org/10.1016/j.idairyj.2013.05.019

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here