Soddisfazioni dall’export di macchinari lattiero-caseari italiani

ipackL’Italia è il primo esportatore al mondo di tecnologie per l’industria casearia: nel 2013 all’estero sono stati venduti macchinari per un valore pari a 65,8 milioni di euro, con un rialzo del 27% che ha più che recuperato la flessione rilevata nel 2012. La destinazione principale di quanto esportato è il continente europeo anche se, negli ultimi anni, l’Asia (Malaysia, Bangladesh, Thailandia e India in particolare) è cresciuta così come il Centro e Sud America, mentre ha scarso peso la quota export dell’America settentrionale.  Il confronto con gli altri principali Paesi esportatori mondiali di macchine per l’industria casearia evidenzia la leadership dell’Italia negli ultimi cinque anni: infatti è risultata il primo Paese esportatore negli anni 2010, 2011 e 2013 e il secondo nel 2009 e nel 2012. In particolare nel 2013 il 13% delle macchine esportate era made in Italy. Gli ultimi dati disponibili relativi al primo semestre del 2014 confermano questo primato. Gli altri Paesi che hanno esportato quote rilevanti negli ultimi anni sono Danimarca, Svezia e Germania.  Secondo le indicazioni dell’indagine qualitativa dell’Osservatorio Economico Ipack-Ima (andamento I semestre 2014 e previsioni II semestre 2014), archiviato un primo semestre non brillante, il secondo dovrebbe chiudersi con risultati decisamente migliori, grazie soprattutto al buon andamento delle esportazioni.  Sul versante degli utilizzatori di tecnologie, il mercato italiano lattiero-caseario presenta andamento sostanzialmente stabile in valore e in lieve declino in termini di quantità per burro e latte con stabilità per i formaggi, fin dal 2007. Anche le quote di produzione nazionale e importazioni sono assestate (sostanzialmente paritarie per il latte, con produzione italiana sopra il 60% per burro e formaggi). Dalle elaborazioni qualitative dell’Osservatorio Ipack-Ima, quest’area di mercato ha chiuso in positivo la prima parte dell’anno, in particolare per le esportazioni. La dinamica positiva attesa dalla imprese dovrebbe caratterizzare anche gli ultimi sei mesi del 2014; completa stabilità è prevista solo per l’occupazione.  Il momento fieristico, per la prima volta con una mostra dedicata, inserito nell’ambito del grande evento di cui Dairytech sarà parte insieme con IPACK-IMA, Meat-Tech, Fruit Innovation, Converflex e Intralogistica Italia, rappresenterà un importante acceleratore delle dinamiche del comparto, considerando il potenziale di attrazione dell’appuntamento (2.500 imprese espositrici per 80 mila visitatori attesi) e la contemporaneità con EXPO 2015, il cui tema è “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Latte © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151