Aggiornamento mercati 7-9-2022

0
704

Ed ecco le ultime statistiche dell’Osservatorio UE che mostrano come il prezzo medio del latte crudo alla stalla ha raggiunto i 51,0 c/kg a luglio 2022, +3,3% rispetto a giugno 2022 e +42% rispetto a luglio 2021; prezzo stimato per agosto 2022: 51,9 c/kg (+1,7%).

Per quanto concerne le quotazioni dairy UE dell’ultimo mese predomina il segno più. Nello specifico: burro a +1,5% (725 €/100 kg); SMP a +1,3% (376 €/100 kg); WMP a +1,7% (497 €/100 kg); e, infine, cheddar a +0,2% (468 €/100 kg).

Gli USA sono ancora i più competitivi per l’SMP e il cheddar mentre l’Oceania lo è per burro e WMP.

Il prezzo del latte spot si colloca a 66,8 c/kg (4/9/2022).

Nella settimana 35 rispetto alle precedenti si segnalano costi sempre elevati per la nutrizione animale (-1,3%) ed energetici (+6,5%).

Ultima asta GDT (6/9/2022): indice generale dei prezzi cresce del 4,9% grazie a incrementi che interessano la maggior parte dei prodotti come AMF (+13,9%), burro (+3,3%), cheddar (+1,0%), SMP (+1,5%) e WMP (+5.1%). Latticello in polvere: -5,1%.

A luglio 2022, la produzione lattiera neozelandese ha perso terreno anno su anno (-5,6%). Altrettanto dicasi per quella australiana (-7,9%) e, in misura minore, britannica (-0,9%). Di poco in positivo la produzione lattiera statunitense (+0,2%)

 

Fonte: European Milk Market Observatory (MMO)