Danone Italia ha ottenuto la ricertificazione B Corp

421

 

Per l’azienda, il riconoscimento della ricertificazione, raggiunta con il supporto di NATIVA, arriva dopo essere stata nel 2020 certificata per la prima volta. Sempre in quell’anno Danone è divenuta società Benefit.

La sostenibilità in Danone Italia si inserisce nella vision “One Planet. One Health”, secondo cui tutti appartengono a un unico ecosistema in cui ogni elemento è interconnesso e incide sulla salute delle persone e del pianeta. In questi ultimi anni l’azienda ha infatti dato vita anche a “Zero al cubo”. Un progetto pensato che intende mettere in evidenza il progresso dei risultati nella riduzione degli sprechi alimentari, degli imballaggi in natura e delle emissioni di CO2.

Miglioramento continuo

“La ricertificazione B Corp è il riconoscimento del nostro impegno in questo percorso e della qualità del lavoro delle nostre persone, oltre che la conferma dell’impegno forte, tangibile e misurabile della nostra mission – afferma Fabrizio Gavelli, presidente e amministratore delegato di Danone Italia e Grecia. – Questa ricertificazione non solo evidenzia i principali risultati raggiunti in termini di impatto sociale e ambientale, bensì rappresenta un ulteriore punto di partenza per migliorarci sempre e stimolare il mercato, la nostra catena del valore, partner e competitor a fare altrettanto, alzando sempre più l’asticella dell’eccellenza per migliorare il nostro impatto sull’ambiente e la società.”

Eric Ezechieli, co-founder di NATIVA, Regenerative Design Company, dichiara: “Danone dimostra di aver compreso la potenzialità e la responsabilità del business come strumento per contribuire al miglioramento della nostra società. Le azioni portate avanti in questi anni si inseriscono in un percorso che l’ha vista diventare prima Società Benefit e poi B Corp, lavorando al miglioramento delle proprie performance ambientali e sociali, alla diffusione di una cultura interna orientata alla sostenibilità e all’ingaggio dei propri stakeholder. La ricertificazione è dunque la punta visibile di un ’iceberg’ che testimonia l’impegno continuo e la volontà di alzare sempre l’asticella che accomuna le aziende B Corp. Crediamo che in futuro questa cultura consentirà di raggiungere risultati sempre migliori”.

B Corp: i numeri in Italia

In Italia, il movimento B Corp conta oltre 240 aziende, impegnate a portare benefici non solo agli azionisti, ma a tutti gli stakeholder: dipendenti, clienti, comunità e ambiente. Il movimento, in crescita costante, conferma il fatto che la certificazione non è il compimento di un percorso di sostenibilità, bensì il punto di partenza. Tutte le aziende sono infatti chiamate a ricertificarsi ogni 3 anni e, con l’evolversi degli standard B Corp, a sviluppare piani di miglioramento continuo delle loro performance ambientali e sociali.

Danone conferma e rinnova quindi il proprio impegno verso i 5 pilastri di sostenibilità riconosciuti da B Lab:

 

Attualmente il 70% dei ricavi aziendali di Danone nel mondo, quindi a livello globale, è certificato B Corp. L’ambizione del gruppo Danone è di essere completamente certificata B Corp entro il 2025.