Deumidificatori: una perfetta aria in ambiente

694
Deumidificatori HiDew, con potenzialità da 100 l/giorno e 900 m3/h a 4600 l/giorno e 35.000 m3/h

Con le soluzioni HiDew, il controllo dell’umidità sarà un alleato per la qualità dei prodotti dell’industria casearia

Controllare l’umidità è importante soprattutto nel settore alimentare, dove certi processi di lavorazione e il lavaggio costante di impianti, macchine e attrezzature ne aumenta il tasso, con conseguente rischio di formazione di muffe e alterazioni dovute alla crescita batterica. Nella produzione casearia, anche gli ambienti adibiti alla stagionatura devono garantire condizioni ottimali, perché se sono troppo umidi si potrebbero formare delle muffe non volute, mentre se sono troppo secchi il processo di stagionatura viene alterato. Un corretto controllo dell’umidità, quindi, consente di garantire la qualità e la sicurezza del prodotto finale. Ma occorre scegliere la macchina su misura per ogni specifica esigenza, come ci spiega Davide Gennaro, sales & marketing manager HiDew.

Vista interna dello stabilimento HiDew

Come avere la garanzia che il formaggio prodotto sia di qualità?

Per avere la garanzia che il formaggio raggiunga il livello di stagionatura e la qualità desiderati è indispensabile dotare il caseificio di un sistema di controllo dell’umidità e della temperatura su misura. Qui può essere d’aiuto HiDew, la cui grande esperienza nella risoluzione di problemi relativi al comfort dell’ambiente può aiutare piccoli caseifici e grandi industrie a installare deumidificatori e controlli programmabili con software di regolazione personalizzabile.

Chi è

Dal 2011 HiDew produce deumidificatori e sistemi di trattamento dell’aria per qualsiasi applicazione in cui l’umidità è rilevante ai fini del comfort e della qualità del processo industriale. La sede produttiva si trova a Conselve, provincia di Padova, su un’area di oltre 3000 metri quadrati in fase di ampliamento, dove sono impiegate oltre 50 persone. Nel 2022 il fatturato è stato di quasi 11 milioni di euro, di cui oltre un terzo export. Sul mercato ci sono oltre 30.000 sue macchine funzionanti. La politica della qualità HiDew è garantita dalla certificazione ISO 9001:2015.

Da sempre HiDew sviluppa deumidificatori per il ricambio dell’aria e il recupero di calore per ambienti industriali e residenziali. Una vasta esperienza, che oggi ha deciso di mettere a disposizione anche del settore caseario. Perché?

Ci siamo accorti che ci sono grandi potenzialità in questo settore. Molti dei problemi legati a un eccessivo tasso di umidità dell’aria possono essere infatti risolti installando un deumidificatore su misura. Penso per esempio ai locali di stagionatura del formaggio, nei quali oltre all’igiene è necessario garantire condizioni climatiche costanti. Le variazioni di temperatura e un tasso di umidità troppo elevato, infatti, possono creare gravi conseguenze sulla qualità del prodotto finale e la produttività. Anche nel processo di salatura in salamoia, che preserva dallo sviluppo di microorganismi e determina le caratteristiche organolettiche del formaggio, il deumidificatore riveste un ruolo importante. Avendo un’altissima concentrazione di sale nell’aria e un alto livello di umidità relativa, questi locali devono infatti essere controllati con un deumidificatore su misura. In questo senso HiDew è il partner ideale, grazie alla sua lunga esperienza in ambienti umidi come le piscine, per esempio.

Posizionamento strategico: come aiuterete i potenziali clienti a identificare correttamente l’offerta HiDew in mezzo a tante altre?

Stiamo investendo tempo e risorse sui media, per esempio, per comunicare il nostro know how e i nostri valori, compresa la nostra capacità di assistere i clienti dal pre al post vendita. Ma penso anche alla collaborazione con i consorzi, grazie ai quali possiamo innescare un passaparola virtuoso dopo aver per esempio fornito una macchina che ha risolto un problema a un caseificio importante di una determinata zona.

Certo la concorrenza c’è, ma non è così specializzata, per quanto riguarda i deumidificatori. Soprattutto in questo contesto di prezzi dell’energia fuori controllo, occorre rivolgersi a specialisti, e HiDew ha nella deumidificazione in pompa di calore il suo fiore all’occhiello. Inoltre può proporre soluzioni totalmente Made in Italy, accompagnate dalla sua esperienza, capacità di condivisione e personalizzazione. Chi ci contatta ha un problema da risolvere, e con la nostra esperienza derivante da migliaia di applicazioni troviamo la soluzione ad hoc. Prima che produttori siamo consulenti: risolviamo un problema tramite la nostra macchina. Con il valore aggiunto di oltre 30.000 macchine già installate.

Quali sono le soluzioni impiantistiche per il settore lattiero-caseario?

Ai caseifici moderni, che sono sempre più automatizzati, offriamo compatibilità e integrazione grazie a controllori compatibili con i requisiti di Industria 4.0. Le macchine HiDew con intelligenza a bordo (plug & play) mettono a disposizione dei clienti soluzioni finite dove la macchina fa da sola. Hanno porte di comunicazione standard per dialogare con le altre linee già presenti e sono complete di sensoristica integrata a bordo personalizzabile in base all’applicazione. Controllo di temperatura e umidità sono garantiti anche da sistemi ridondanti, che siamo in grado di studiare per permettere al cliente di non interrompere la produzione in caso di rottura di una sonda, per esempio. Per i componenti delle macchine ci rivolgiamo solo a marche importanti, quindi di facile e veloce reperibilità, sempre per impedire fermi di produzione e garantire affidabilità nel lungo periodo.

La vostra offerta è orientata verso il mercato nazionale o internazionale?

Siamo consapevoli di che cosa abbiamo fatto in Italia, ma avendo un’ampia rete di distributori (partner con una forte conoscenza tecnica, con personale formato direttamente da noi in grado di assistere il cliente prima e dopo la vendita) anche oltrefrontiera abbiamo la possibilità di espanderci. La nostra rete ci permette di avere persone competenti sul campo, a contatto diretto con i clienti, che possono trovare nuovi punti di forza del prodotto, o eventualmente di debolezza da risolvere, e aiutarci a individuare le strategie migliori.