FAO Dairy Price Index-giugno 2024

61
Il FAO Dairy Price Index comprende le quotazioni di burro, SMP, WMP e formaggio; la media è ponderata sulla quota media delle esportazioni mondiali per il periodo 2014-2016

Nel mese di maggio l’indice FAO dei prezzi dei prodotti lattiero-caseari ha registrato una media di 126,0 punti, in aumento di 2,3 punti (1,8%) rispetto ad aprile, spingendo il valore dell’indice di 4,3 punti (3,5%) al di sopra del valore corrispondente di un anno fa. A maggio vi è stato un rialzo dei prezzi internazionali di tutti i derivati lattiero-caseari dell’indice.

La forte domanda da parte della vendita al dettaglio e dell’horeca all’approssimarsi delle vacanze estive e le attese del mercato secondo cui la produzione di latte potrebbe scendere al di sotto dei livelli storici in Europa occidentale, insieme al calo stagionale della produzione di latte in Oceania, hanno sostenuto l’incremento delle quotazioni dei prezzi dei prodotti lattiero-caseari a maggio. Inoltre, la rinnovata domanda d’importazione per forniture spot, soprattutto da alcuni Paesi del Vicino Oriente e del Nord Africa, ha contribuito all’aumento dei prezzi dei derivati lattiero-caseari.