Igor raddoppia l’impianto di cogenerazione

1386
Il rendering del nuovo impianto di cogenerazione

A quasi tre anni dall’installazione del primo impianto di cogenerazione presso lo stabilimento di Cameri (NO), Igor ha scelto di affidare a Intergen anche l‘installazione di una nuova unità da 1560 kWe. Il nuovo cogeneratore è un MWM TCG 2020V16 250 NOx da 1560 kWe a gas naturale, con una efficienza elettrica del 42,2% e termica del 44,6%, ed è integrato con quello esistente, un TCG 2020V20 250 NOx da 2000 kWe, in un sistema che può anche operare sia in isola, come normalmente avviene, sia in parallelo rete.

Le due unità, inoltre, possono operare insieme o separatamente per alimentare le utenze elettriche e termiche di stabilimento, garantendo la massima flessibilità di esercizio e facilitando la manutenzione.

L’energia elettrica prodotta complessivamente viene conferita alla rete di distribuzione in media tensione dello stabilimento ed è totalmente autoconsumata. L’energia termica recuperata viene utilizzata sotto forma di due vettori: vapore ed acqua calda. Il calore dei gas di scarico, tramite un recuperatore a tubi di fumo, alimenta generatori di vapore, che è immesso alla pressione di 12 bar nella rete di distribuzione di stabilimento, cui contribuiscono anche caldaie tradizionali. I circuiti di raffreddamento dei motori, invece, tramite uno scambiatore riscaldano acqua a circa 90 gradi, che alimenta una riserva di 50.000 litri. Al circuito ad acqua calda contribuisce anche la batteria di terzo stadio che recupera dai fumi di scarico calore a temperatura più bassa, a valle del generatore di vapore e prima dell’immissione in atmosfera.