Il Consorzio di Tutela Formaggio Asiago firma la Carta di Milano

1362

AsiagoDOPaCIBUS_e'_italia_expo_2015A pochi giorni dalla chiusura dell’Esposizione Universale, il Consorzio Tutela Formaggio Asiago ha annunciando di aver sottoscritto la Carta di Milano, il manifesto con il quale oltre 1,5 milioni di persone, istituzioni, associazioni, aziende si impegnano a considerare il cibo un patrimonio culturale da valorizzare nella sua origine e originalità riconoscendo all’attività agricola “un ruolo fondamentale non solo per la produzione di beni alimentari ma anche per il suo contributo a disegnare il paesaggio, proteggere l’ambiente e il territorio e conservare la biodiversità.”

«Il tema della biodiversità è stato il punto fermo della nostra presenza ad Expo – afferma il presidente del Consorzio, Fiorenzo Rigoni – e su questo abbiamo coinvolto i nostri soci e attivato importanti sinergie, come quella con Slow Food, insieme alla quale abbiamo realizzato un articolato percorso di divulgazione. Ora il nostro impegno prosegue, in perfetta sintonia con la proposta di legge sulla tutela della biodiversità presentata dal ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina e, su scala mondiale, con OriGIn, organizzazione della quale siamo soci impegnata nella valorizzazione internazionale delle indicazioni geografiche, modello in cui lo sviluppo sostenibile passa dalla difesa dell’agricoltura locale e promozione del territorio».