Sollevatori automatizzati sottili

59

Come esempio concreto di come l’integrazione tra le macchine migliori l’organizzazione del lavoro ottimizzando i processi di trasporto delle merci, Still propone la comunicazione tra un braccio antropomorfo Fanuc e i suoi AMR (robot mobili automatizzati) serie ACH (in foto), i sottilissimi sollevatori ideati per spostare le unità di carico da una postazione all’altra. Grazie alla perfetta integrazione tra le macchine, il braccio antropomorfo è in grado di sollevare autonomamente le merci da un ripiano mentre dopo un preciso segnale l’AMR lo avvisa di aver raggiunto il punto di carico stabilito. Una volta in posizione, il braccio colloca la merce sul ripiano del robot automatizzato (fino a 1500 kg) e a fine operazione avvisa il sollevatore che torna autonomamente al punto di raccolta.

    Richiedi maggiori informazioni










    Nome*

    Cognome*

    Azienda

    E-mail*

    Telefono

    Oggetto

    Messaggio

    Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*