Strumenti di misura affidabili

0
526
In uno dei tre serbatoi di stoccaggio del latte, il sensore di pressione Vegabar 38 assume la misura di livello

Sensori di pressione compatti e interruttori di limite garantiscono la sicurezza dei trasformatori di latte.

I prodotti caseari sono molto richiesti negli Emirati Arabi Uniti (UAE). A causa delle alte temperature, però, occorre monitorare costantemente ogni fase del processo di produzione con strumenti di misurazione affidabili. La nuova serie di strumenti di misura Vegabar svolge un compito importante nelle latterie di Al Rawabi Dairy, azienda lattiero-casearia dell’UAE che produce una vasta gamma di prodotti come yogurt, latte acido Laban, succhi pastorizzati e prodotti lattieri funzionali. Attualmente le sue referenze sono distribuite in più di 12.500 negozi di UAE, Oman e Qatar.

L’azienda soddisfa tutti i requisiti globali in termini di qualità e igiene. Ha anche ricevuto diversi premi internazionali per le sue innovazioni. Si è fatta un nome nella produzione di derivati lattieri multifunzionali, per esempio, arricchiti con multivitamine e minerali per rafforzare le difese dell’organismo. Non è senza motivo, quindi, che l’azienda è stata elencata tra i 40 marchi più forti del mondo arabo dalla rivista Forbes nel 2008 e nel 2015. Un elemento fondamentale per questo successo è una tecnologia di misurazione affidabile. Infatti solo in questo modo le ricette possono essere rispettate con precisione e i livelli di riempimento negli impianti possono essere registrati correttamente durante la miscelazione, il riempimento, l’evaporazione o negli impianti CIP e SIP.

Da diversi anni Al Rawabi Dairy collabora con VEGA, esperta nella tecnica di misura di pressione e livello. Inizialmente, i sensori Vegabar (all’epoca ancora la serie pilota) sono stati installati a scopo di test. Ma Al Rawabi Dairy si è rapidamente convinta dalla facilità d’uso e dai buoni risultati di misurazione. La serie compatta lanciata l’anno scorso si rivolge ad applicazioni standard nell’automazione ed è progettata per soddisfare i requisiti dell’industria alimentare. I sensori sono disponibili in numerose versioni, caratterizzate da flessibilità e facilità d’uso. La serie è stata ottimizzata per applicazioni standard sensibili all’igiene: uso nei caseifici, isolamento di ingredienti farmaceutici attivi, miscelazione di piatti pronti, riempimento di bevande.

Applicazioni sensibili all’igiene

L’applicazione nei serbatoi di stoccaggio di Al Rawabi Dairy è una di quelle tipiche sensibili all’igiene. In uno dei tre serbatoi (altezza fino a 5 m, capacità 30.000 litri di latte circa) il sensore di pressione Vegabar 38 provvede alla misura di livello. Normalmente, i sensori con celle di misura metalliche sono utilizzati nei caseifici. Tuttavia, poiché la serie pilota della nuova serie di sensori è stata utilizzata nel caseificio Al Rawabi, Vegabar 38 è stato installato con una cella di misura ceramica brevettata Certec per sopportare temperature fino a 135 °C per un’ora. Così il sensore resiste sia alla sterilizzazione sia ai cicli di pulizia dei serbatoi. Inoltre, la cella di misura ha un’elevata stabilità a lungo termine e un’alta resistenza al sovraccarico. A inizio anno sarà disponibile anche il sensore di pressione con cella di misura metallica: Vegabar 39.

La cella di misura Certec converte la pressione applicata in un segnale elettrico. Segnale che dipende dalla pressione, e che a sua volta è convertito in un segnale di uscita standardizzato dall’elettronica integrata. Grazie all’automonitoraggio, l’affidabilità operativa è garantita. Nel caseificio Al Rawabi, i sensori misurano la pressione idrostatica esercitata dal latte nel serbatoio, sua volta utilizzata per determinare il livello di riempimento. Con l’impianto in funzione, VEGA ha proposto anche gli adattatori universali che facilitano l’installazione dei sensori sui raccordi igienici esistenti. Il vantaggio per l’utente è un impegno di installazione ridotto, una messa in servizio più rapida e una gestione delle scorte più snella.

Nella nuova serie di sensori tutti gli stati di commutazione sono visibili da ogni direzione grazie al display di stato a tutto tondo. L’utente può scegliere tra 256 colori

Visti gli esigenti requisiti igienici dell’industria lattiero-casearia, i sensori VEGA includono materiali certificati secondo FDA e EC 1935/2004 o un design igienico secondo EHEDG e 3-A Sanitary. Inoltre hanno attacchi al processo incassati.

Facile accesso a serbatoi

I nuovi sensori di pressione VEGA sono dotati di Bluetooth. Ciò aiuta il team di manutenzione dell’impianto a commissionare e diagnosticare i sensori in modalità wireless su qualsiasi smartphone o tablet e permette il funzionamento fino a 25 m. La conoscenza del processo è un’altra caratteristica che evita inutili contatti negli impianti. Con Vegabar 38 è facile, perché tutte le condizioni d’intervento sono visibili da ogni direzione grazie all’indicazione di stato a tutto campo del sensore. L’operatore può vedere a colpo d’occhio se il serbatoio è vuoto o pieno, ma anche se c’è un errore nel processo. Grazie a IO-Link, il collegamento è semplice. La comunicazione standardizzata punto a punto non richiede ulteriori requisiti per il materiale del cavo, e i sensori possono essere integrati nell’impianto senza complicazioni. Dopo l’installazione, gli operatori del caseificio Al Rawabi si sono mostrati soddisfatti dei nuovi sensori. Soprattutto grazie alle letture affidabili, che li aiuta a controllare se i volumi del serbatoio corrispondono alle letture delle autocisterne, a loro volta fornite di flussometri.

La cella di ceramica brevettata, che resiste a temperature fino a 130 °C, permette al sensore Vegabar 38 di resistere anche alla sterilizzazione dei serbatoi di stoccaggio del latte

I sensori VEGA sono stati installati anche nell’impianto di trattamento delle acque reflue dello stabilimento lattiero-caseario. Gli strumenti di misura del livello a ultrasuoni usati in precedenza si guastavano frequentemente, ma con la tecnologia di misura radar a 80 GHz di VEGA il problema è stato superato. Il compatto Vegapuls C 21, infatti, fornisce valori di misura affidabili h24 senza che la schiuma crei interferenze.