Disolabruna®, consorzio in fermento

2021

Clipboard01I soci del Consorzio valorizzazione prodotti razza Bruna italiana si sono recentemente riuniti in assemblea a Bussolengo (Verona) presso Anarb (Associazione nazionale allevatori bovini della razza Bruna), sede legale del Consorzio stesso. Garanzia e tracciabilità sono i punti cardine riconosciuti all’Anarb dal mondo agroalimentare in cui opera il Consorzio disolabruna®, tanto in Italia quanto all’estero. Per quanto riguarda i lavori assembleari, nuovi contatti e nuove esperienze hanno caratterizzato un altro anno di attività. Giunto quest’anno al decimo anno di operato, dalla costituzione del Consorzio (anno 2005) a oggi sono più che raddoppiati tanto il numero dei soci, quanto quello dei prodotti. I quintali di latte disolabruna® hanno superato i 100.000 quintali con un rapporto 2005-2014 di uno a sette. I riscontri del settore sono del tutto positivi. L’attività promozionale – solo il sito web disolabruna.it registra il 74% di nuovi visitatori – è stata particolarmente impegnata in un circuito di manifestazioni dedicate ad un’alta fascia della ristorazione agroalimentare. Tra i nuovi soci del Consorzio vi sono: il Caseificio Sociale Campora e Sasso di Neviano Arduini, frazione Campora (Parma); da quest’anno, le aziende Profi di Ronchini Giuseppe (Noceto, Parma), Castelnuovo Giampietro di Cesana Brianza, Lecco. Per quanto riguarda il rinnovo delle cariche sociali, per il triennio 2015-2017 l’assemblea ha eletto il nuovo consiglio di amministrazione che risulta così composto: Barella Corrado (rappresentante Anarb); Gortani Pietro (rappresentante Anarb); Laterza Pietro (rappresentante Anarb); Ronchini Giuseppe (az. Profi, Noceto, Parma); Sangonelli Antonio (az. agr. Sangoneli e Delbono, Montechiarugolo, Parma); Serra Giovanni (Soc. agr. Valserena, Gainago Torrile, Parma); Sorrentino Vittorio (Caseificio az. agr. La Bruna Alpina, Montella, Avellino). Il nuovo consiglio di amministrazione ha poi provveduto all’elezione del presidente, riconfermando Pietro Laterza (in foto) e dei vicepresidenti Vittorio Sorrentino e Corrado Barella.