FAGE: sui dati semestrali pesano i rincari del latte

0
126

Nei sei mesi terminanti al ​​30 giugno 2022, le vendite a valore di FAGE International hanno raggiunto i 279,9 milioni $ (+4,2 milioni $ rispetto al primo semestre del 2021 cioè +1,5%).

Nel medesimo periodo l’utile lordo ammonta a 83,2 milioni $, in calo di 24,8 milioni $ (-22,9%) dal livello di 108,0 milioni $ del semestre iniziale del 2021. L’utile lordo espresso come percentuale delle vendite è stato del 29,7%, rispetto al 39,2% del semestre chiuso al 30 giugno 2021. La ragione? L’aumento dei prezzi del latte lavorato negli stabilimenti greci e statunitensi, rispettivamente pari al 59,4% e 46,9%.

L’utile operativo di 23,3 milioni $ ha perso 12,5 milioni (-34,9%). Espresso come percentuale delle vendite, l’utile operativo ha raggiunto l’8,3% contro il 13,0% del semestre chiuso al 30 giugno 2021. Tale decremento è dovuto principalmente alla diminuzione dell’utile lordo, parzialmente compensato dal calo delle SG&A (spese generali) e da altre spese.

L’utile prima delle imposte si attesta a 8,6 milioni $ (nel primo semestre 2021 era 21,8 milioni $). Questo a causa della contrazione dell’utile lordo e per l’effetto dei cambi, che sono stati parzialmente compensati da minori SG&A e da oneri inferiori anche finanziari. L’utile netto ammonta a 8,9 milioni $, rispetto all’utile netto di $ 22,8 milioni registrato nei sei mesi chiusi al 30 giugno 2021.