Il Cile nel radar di Emmi

0
86

L’America latina è strategica per la crescita di Emmi. Tramite la partecipazione nella messicana Mexideli e quella, di recente aumentata, nella brasiliana Laticínios Porto Alegre Indústria e Comércio S.A., Emmi già presidia questi mercati. Inoltre, il gruppo svizzero è anche presente in Cile con Surlat, attraverso la sua quota di maggioranza nel gruppo spagnolo Kaiku. A fine agosto, tuttavia, è stato firmato un accordo per unire Surlat e Quillayes a formare Quillayes Surlat. Kaiku ne deterrà la quota di maggioranza, pari al 51,5%. Di conseguenza, Emmi, che possiede il 73,5% delle azioni di Kaiku, avrà una partecipazione del 37,8% in Quillayes Surlat.

Quillayes produce formaggio, yogurt, burro e panna a Victoria (Cile meridionale) e Calera de Tango (vicino a Santiago). Vanta una solida posizione di mercato, soprattutto nel mercato del formaggio, grazie a prodotti freschi, a pasta molle e speciali. Lo scorso anno il fatturato di Quillayes è stato di circa 50.000 milioni di CLP. Surlat presidia invece il comparto del latte UHT e di altri prodotti caseari, in particolare privi di lattosio. Nel 2018 il suo fatturato netto ha raggiunto i 70.000 milioni di CLP

Sulla base di questi numeri, dalla fusione potrebbe nascere il quarto player del mercato cileno, portando a 170 milioni CHF le vendite di Emmi in Cile. Non resta altro che attendere il nulla osta all’operazione da parte delle autorità cilene della concorrenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here