Il Parmigiano Reggiano rilancia sul mercato interno

1177

Per il mercato italiano il Consorzio ha stanziato investimenti che sfiorano i 12 milioni (il 35% in più rispetto al 2016).

Dal 14 maggio al 10 giugno, infatti, saranno messe in campo risorse per quasi un milione di euro, destinate in prevalenza a passaggi televisivi, radiofonici e sui canali web che si aggiungono a quelle che, con l’iniziativa “Caseifici aperti” di fine aprile, ha invece coinvolto i mezzi a stampa e le radio, con un investimento superiore ai 400.000 euro.

«Stiamo realizzando in questo modo – sottolinea il direttore del Consorzio, Riccardo Deserti – una strategia che mette insieme un rilevante aumento delle risorse destinate ai mercati esteri (5,8 milioni nel 2017, con un rialzo di 1,6 milioni rispetto al 2016) e, contemporaneamente, rilancia decisamente le azioni a sostegno dei consumi sul mercato nazionale, la cui buona tenuta non è di per sé sufficiente ad assicurare buone condizioni di sviluppo e di remunerazione a fronte di un aumento produttivo del 5,1% nel 2016 e del 3,6% nel primo quadrimestre di quest’anno».

«L’obiettivo è di comunicare più incisivamente e in modo molto articolato le caratteristiche distintive del Parmigiano Reggiano, cioè i fattori che davvero lo rendono unico. In questo – prosegue il direttore del Consorzio di tutela – rientrano il legame strettissimo con il territorio, i processi di lavorazione artigianali e assolutamente naturali, l’assenza di lattosio, la funzionalità del prodotto in ogni regime alimentare, le sue diverse caratteristiche e particolarità, che vanno dal prodotto di montagna alle diverse stagionature, al biologico, al kosher e così via».