Il surplus di latte mette in crisi il mercato

650

Alleanza cooperative agroalimentari ha chiesto ai soci conferenti delle cooperative di ridurre il più possibile la produzione di latte perché “stimiamo che il 10% della produzione nazionale già adesso fatichi a trovare collocazione sul mercato”. Questo sarebbe l’effetto diretto della chiusura di bar, ristoranti, agriturismi, e altre attività dell’horeca sui consumi, in particolare di  latte fresco. Il timone delle coop è quello di “non essere più in grado di trasformare tutto il latte raccolto dai loro soci. I quantitativi di latte raccolti dalle 600 cooperative lattiero-casearie aderenti che operano in Italia superano i 7,5 milioni di tonnellate di latte, pari a più del 62% della materia prima nazionale”. Alle cooperative aderiscono circa 17.000 stalle.