La Guida IDF sull’antibiotico resistenza

0
899

La Federazione internazionale di latteria (IDF) ha appena pubblicato un nuovo fact sheet intitolato Guidance on antimicrobial resistance from the dairy sector (“Guida sulla resistenza antibiotica [AMR] per il settore lattiero”) che contiene sia una posizione globale sull’AMR in ambito lattiero sia raccomandazioni sull’uso prudente dell’AMR rivolte ad allevatori, servizi veterinari, trasformatori alimentari, aziende farmaceutiche ed regolatori.

Gli antimicrobici sono farmaci usati per trattare le infezioni, in particolare quelle causate dai batteri, per mantenere la salute umana e animale. L’antibiotico resistenza (AMR) è la capacità di un microbico di sopravvivere o di crescere durante il trattamento antibiotico. L’AMR può essere naturalmente presente in alcuni microrganismi o può essere acquisita tramite mutazioni o da altri microbi.

Nuovi meccanismi AMR emergono e si diffondono a livello mondiale, minacciando la nostra capacità di trattare le comuni malattie infettive, e ciò determina un prolungamento della malattia, disabilità e morte di esseri umani e animali. L’uso sia improprio sia eccessivo di antibiotici sta accelerando questo processo. L’AMR non è vincolata da confini geografici o specie. I batteri che diventano resistenti nell’uomo, negli animali o nell’ambiente possono diffondersi da uno all’altro e da un Paese all’altro. Per limitare lo sviluppo dell’AMR occorre che le autorità sanitarie, veterinarie e ambientali in tutti i Paesi del mondo attuino strategie globali.

L’IDF incoraggia la salute e il benessere animale per minimizzare il ricorso agli antibiotici e promuove l’uso prudente e responsabile degli agenti antimicrobici all’interno dell’industria lattiero-casearia globale per garantirne l’efficacia e l’utilità nella cura delle malattie negli animali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here