La Svizzera esporta formaggi a elevato valore aggiunto

0
125

Le ultime statistiche svizzere evidenziano un rafforzamento della produzione casearia riconducibile alla crescita del commercio estero di formaggio soprattutto a elevato valore aggiunto. Nel periodo di riferimento (agosto 2012 – agosto 2020), il commercio estero di formaggio è stato caratterizzato dal rialzo dei volumi di esportazione e di quelli di importazione.

I prezzi

I prezzi dei formaggi sono rimasti tendenzialmente stabili a un livello relativamente alto per quanto riguarda le esportazioni, mentre per le importazioni i prezzi hanno segnato una tendenza al ribasso. Di conseguenza è cresciuto lo scarto tra i prezzi all’esportazione e quelli all’importazione. Tra gennaio e agosto 2020 i prezzi all’esportazione sono mediamente aumentati (+1,2 %; 8.8 fr./kg) rispetto all’anno precedente, mentre quelli all’importazione sono scesi (-7,5 %; 6.3 fr./kg). Queste evoluzioni indicano che la Svizzera esporta soprattutto formaggi a elevato valore aggiunto e importa formaggi a prezzi relativamente bassi.

Tra marzo e agosto 2020, i volumi di importazione di formaggio hanno nettamente superato quelli di esportazione. Tuttavia, a volume, le esportazioni sono a un livello nettamente superiore a quello delle importazioni. Questo successo del formaggio svizzero in termini di creazione di valore spiega, parzialmente, la crescita del quantitativo di latte trasformato in questo segmento di mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here