Le associazioni lattiere americane premono sui negoziatori TPP

1357

Fotolia_2651500_LL’industria lattiero-casearia degli Stati Uniti* ha richiamato l’attenzione dei negoziatori del governo degli Stati Uniti in tema di commercio agricolo sulla necessità di assicurare l’accesso ai mercati esteri per gli allevatori e trasformatori di latte americani e di evitare la spinta degli altri Paesi a regionalizzare tutte le nuove opportunità di accesso al mercato nel quadro dei negoziati di partenariato trans-pacifico (TTP).
Essendo oramai prossima la fase finale dei TPP, le organizzazioni casearie si sono dette preoccupate per il fatto che le industrie dei Paesi concorrenti contino sugli Stati Uniti per assicurare una migliore esportazione per tutti, piuttosto che fare affidamento sui propri governi per contrattare favorevoli accordi commerciali. Come esempio, le tre organizzazioni citano il recente accordo di libero scambio tra Giappone e Australia, che fa ben poco per aprire i mercati agricoli e invece mira a mettere sui negoziatori americani l’onere di strappare concessioni agricole per tutti nel quadro del TPP.
Le tre organizzazioni casearie, inoltre, in una nota, hanno plaudito agli sforzi mirati a far accedere i prodotti lattiero-caseari statunitensi in paesi come il Giappone e il Canada tramite i TPP, sottolineando come nessuna barriera tariffaria deve essere lasciata intatta in tale accordo.

*National Milk Producers Federation (NMPF), U.S. Dairy Export Council (USDEC) e International Dairy Foods Association (IDFA)