Parte il monitoraggio Ismea delle scorte di Parmigiano Reggiano

447

Il Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano collaborerà con ISMEA al monitoraggio più puntuale delle scorte. Nel rispetto di principi di trasparenza e libera concorrenza tra tutti gli operatori interessati, questo contribuirà ad attuare gli obiettivi fissati dal Piano regolazione offerta del Parmigiano Reggiano 2023-2025, approvato dal MiPaaf l’11 luglio 2022.

Robustezza statistica

La creazione dell’Osservatorio sulle scorte del Parmigiano Reggiano muove dall’esigenza di colmare il vuoto di fonti statistiche ufficiali attualmente esistente per il mercato dei formaggi duri. Questo vale soprattutto per un prodotto a “lunga stagionatura” come il Parmigiano Reggiano, contraddistinto da tempi molto lunghi tra l’impostazione delle scelte produttive e l’immissione in commercio del prodotto finito. Grazie alla collaborazione tra ISMEA e consorzio, si è dunque lavorato a un modello che fosse non solo tecnicamente efficiente, ma che potesse anche fornire le massime garanzie di totale riservatezza dei dati a tutti gli operatori coinvolti.

Monitoraggio puntuale delle scorte

L’Osservatorio, la cui progettazione, gestione, attività di raccolta ed elaborazione dei dati è affidata a ISMEA, misurerà con esattezza la consistenza dell’offerta per fornire al consorzio gli elementi conoscitivi necessari a operare una valutazione puntuale delle condizioni di equilibrio del mercato e a impostare le conseguenti scelte per la filiera. Inoltre, gli operatori della stessa filiera potranno usarlo per migliorare l’analisi delle proprie performance e delle strategie.

Il progetto diventerà operativo a inizio 2023.