Presentato progetto sperimentale per piattaforma online per commercio agricolo nel Mediterraneo e in Africa

1165

Fotolia_50483933_MAll’Expo è stata presentata “Mercato internazionale”, la nuova piattaforma telematica regolamentata per il commercio agricolo internazionale, sviluppata dalla Borsa Merci Telematica Italiana.

L’obiettivo è di estendere i benefici e i vantaggi dell’uso di una borsa merci telematica regolamentata anche al di fuori dei confini europei e favorire così l’incontro tra domanda e offerta di prodotti agroalimentari tra operatori europei ed extraeuropei, utilizzando un’innovazione che dà sicurezza attraverso regole comuni, conosciute a priori e trasparenti per favorire gli scambi soprattutto dai Paesi in via di sviluppo.

«Siamo pronti a partire con una prima fase sperimentale di un anno – ha spiegato il ministro Maurizio Martina – che coinvolga soprattutto i Paesi africani, dall’Egitto alla Tunisia, dall’Angola ad altri partner del bacino mediterraneo. Lo sviluppo delle relazioni internazionali, di mercati più giusti e trasparenti, passa attraverso soluzioni innovative come questa. La piattaforma rappresenta una delle eredità del dopo Expo, uno dei progetti più importanti che l’Italia ha costruito partendo dall’esperienza della Borsa merci telematica italiana con Unioncamere».

La soluzione presentata da BMTI si basa su prassi consolidate nel commercio internazionale; predispone termini contrattuali generali che fungano da base di riferimento per la conclusione dei contratti nel mercato internazionale; consente alle parti di integrare le loro pattuizioni con la scelta di ulteriori e specifici termini contrattuali.

Le transazioni possono avvenire tra gli operatori in possesso dei requisiti stabiliti dal regolamento generale che, ricevuto identificativo e password per accedere alla piattaforma di contrattazione, possono transare le proprie merci e concludere contratti validi.

La piattaforma registra automaticamente i prezzi e le quantità consentendo, così, di fornire informazioni sull’andamento dei prezzi dei diversi prodotti a favore della trasparenza dei mercati.