Prosegue la lotta all’Italian sounding

0
772

Fotolia_67149220_XXLIn occasione della presentazione a New York del segno unico distintivo del Made in Italy agroalimentare “The extraordinary Italian taste”, il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina ha affermato: «Abbiamo rafforzato il contrasto ai falsi aumentando in controlli in Italia e, primi al mondo, chiudendo accordi con due player mondiali del web come eBay e Alibaba per proteggere i nostri prodotti Dop e Igp dalle imitazioni. In pochi mesi abbiamo bloccato flussi di valore enorme, anche negli Usa. Con una sola operazione abbiamo fermato una vendita mensile potenziale di 5mila tonnellate di falso Parmigiano Reggiano, quasi la metà della produzione mensile di quello autentico. L’agroalimentare italiano rappresenta sicuramente un campo nel quale si può e si deve continuare a investire. Ce lo confermano i dati dell’export relativi ai primi 7 mesi di quest’anno: oltre 21 miliardi di euro. Un record che ci dà la dimensione del potenziale che abbiamo per dare nuovo slancio anche alla nostra economia, rafforzando la nostra presenza su mercati in forte espansione come Stati Uniti, Canada, Brasile, Russia, India, Cina, Europa, Turchia e Australia. Raggiungere i 36 miliardi di export entro la fine di quest’anno e i 50 miliardi entro il 2020 – ha concluso Martina – sono obiettivi alla nostra portata».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here