Sviluppo del mercato: il Parmigiano Reggiano aggiusta il tiro

358

Il Consorzio del Parmigiano Reggiano ha stanziato ulteriori 3,6 milioni di euro che, in aggiunta alla precedente dote di 8 milioni, dovranno far fronte al nuovo scenario di mercato. L’allocazione mira infatti ad:
-assicurare la stabilizzazione delle condizioni di equilibrio di mercato;
-sostenere la domanda in Italia e nel mondo;
-e finanziare progetti di sviluppo dei caseifici produttori e degli operatori commerciali.

Massimo sconto scolmatura

“Considerando le mutate condizioni del mercato lattiero-caseario e del crollo delle quotazioni del latte spot rispetto a fine 2022 – fa sapere il consorzio in una nota – il CDA dell’ente ha deliberato per il 2023 l’aumento dello sconto scolmatura nella misura massima prevista dell’80%.

Pertanto, in termini assoluti, sarà riconosciuto uno sconto pari a 10 euro per ogni quintale “scolmato” su un pari quantitativo soggetto a effettiva contribuzione aggiuntiva”.

… e sostegno per promuovere il commercio

Il consorzio ha definito un piano di investimenti straordinari per il sostegno dei progetti di sviluppo commerciale degli operatori, sia in Italia, sia nei mercati esteri, e dei caseifici produttori.

«Il 2023 sarà un anno caratterizzato da grandi sfide – ha affermato Nicola Bertinelli, presidente del consorzio. – Il piano regolazione offerta ci consente di intervenire tempestivamente per assicurare la stabilizzazione delle condizioni di equilibrio di mercato, così da sostenere la filiera in un momento particolarmente delicato.

I dati di inizio 2023 hanno già premiato questo modus operandi, con un aumento delle vendite in Italia del +8,7% che segna un netto divario con i principali competitor.

Questo ci dà fiducia nell’affrontare un anno importante, in cui commercializzeremo il picco di produzione più alto nella storia della DOP, quello del 2021, sapendo di avere strumenti e strategie all’altezza della sfida».