Trofeo S. Lucio 2023: presto apriranno le iscrizioni alla X edizione

614

San Lucio

Dal 30 settembre apriranno le candidature alla decima edizione del concorso che animerà le strade di Pandino il prossimo maggio. Casari avvisati!

Asso Casearia Pandino, l’Associazione dei diplomati della scuola casearia di Pandino, presenta la 10° edizione trofeo caseario CaseoArt. Intitolato a San Lucio intende promuovere la qualità sensoriale dei formaggi e valorizzare il contributo dei tecnici caseari.

Così lo introduce Daniele Bassi, presidente di Asso Casearia Pandino e arbitro del trofeo: “È con immenso piacere che presento del concorso caseario più prestigioso e per i molteplici aspetti più tecnico del settore, che si svolgerà rispettando la formula vincente degli ultimi anni: il sabato 18 marzo le valutazioni tecniche delle giurie ONAF e dei tecnici caseari, presso i locali della Scuola Casearia di Pandino; alla domenica 19 marzo in castello, sarà la giuria popolare dei consumatori e dei ragazzi di alcune scuole, a valutare il gradimento degli oltre 300 formaggi che arriveranno da circa 100 caseifici dislocati su tutto il territorio nazionale e non solo. Sempre il 19 marzo si riunirà la super giuria per la selezione del Primo dei Primi”.

Casari in concorso al centro…

Il concorso caseario Trofeo San Lucio 2023, organizzato da Asso Casearia Pandino, è aperto ai tecnici caseari italiani ed esteri che si iscriveranno entro il 5 marzo 2023. Le iscrizioni si apriranno ufficialmente il 30 settembre.

“Il 1° maggio – continua Bassi – premieremo i tecnici casari vincitori di ogni categoria, in una cerimonia ufficiale alla presenza degli sponsor e del pubblico. Come sempre il tecnico/casaro è al centro dell’attenzione, per valorizzare il suo lavoro costante, impegnativo e per certi versi anche artistico”.

Attualmente a custodire il trofeo vinto nel 2021 è il tecnico Luca Longo di Latteria Perenzin di San Pietro di Feletto (TV).

… ma senza dimenticare consumatori e ambiente

“Una attenzione particolare – dichiara Bassi – sarà data anche al pubblico: il “Percorso sensoriale “che si snoda nelle sale del castello visconteo al centro del paese, sarà il primo passo che le persone già presenti alla fiera di S. Giuseppe, dovranno fare, per poi passare nelle sale adiacenti per assaggiare e valutare i formaggi (e i casari) in concorso.

Vorrei sottolineare che la nostra associazione Asso Casearia Pandino ha a cuore il rispetto dell’ambiente. Pertanto, tutti i materiali utilizzati per le degustazioni saranno in materiale biocompostabile. I rifiuti verranno smaltiti seguendo le regole della raccolta differenziata comunale. Inoltre, raccomandiamo a tutti i presenti alla manifestazione di avere rispetto e cura degli ambienti del Castello Visconteo, antico maniero ricco di storia ed opere d’arte”.

Il regolamento e le iscrizioni sono disponibili sul sito dell’associazione.