Vaschette da gelato monomateriale in PP da fonti rinnovabili

0
79

 

©Froneri Finland Oy

Una partnership ha reso disponibile il primo imballaggio per gelati in polipropilene prodotto da materie prime rinnovabili certificate. In monomateriale è inoltre riciclabile al 100%

La viennese Borealis ha unito le forze con Froneri e la tedesca PACCOR per accompagnare verso la sostenibilità il marchio finlandese di gelati Aino. Da questi sforzi congiunti, in appena 12 mesi, sono nati vaschette e coperchi di polipropilene (PP) Bornewables™ ottenuto da fonte rinnovabile certificata International Sustainability & Carbon Certification Plus (ISCC PLUS). Certificazione che facilita inoltre la tracciabilità del polimero, dalla sua produzione a partire da biomassa e residui di seconda generazione (non in competizione con la catena alimentare umana) sino all’applicazione finale.

Froneri è stato quindi il primo produttore di gelato a potersi fregiare della certificazione ISCC PLUS in etichetta e sta già pensando di estendere l’adozione dei polimeri Bornewables ad altri marchi distribuiti in Europa.

Ispirati dalla natura finlandese

“La sostenibilità è molto importante per noi” aggiunge Charlotta Lindberg, Senior Brand Manager di Froneri. “Nel nostro stabilimento di Turenki, apportiamo continui miglioramenti e ci impegniamo a livello pratico per diventare più sostenibili, per esempio usando energie rinnovabili come elettricità eolica, il biogas e il riscaldamento a emissioni zero. Inoltre, ove possibile, i nostri packaging sono certificati Forest Stewardship Council (FSC) e il cacao che usiamo è certificato Rainforest Alliance. Questo solo per citare alcune nostre azioni in tema di sostenibilità”.

Monomateriali e funzionali

Le nuove vaschette e i coperchi dei gelati Aino sono ottenuti stampando a iniezione Bornewables PP con macchine PACCOR. Il processo prevede l’etichettatura in-mould, così che il packaging sia monomateriale e riciclabile al 100%. La nuova confezione non ha richiesto modifiche alle linee di produzione e confezionamento dei partner del progetto.

 

“Utilizzando materie prime rinnovabili, siamo stati in grado di ridurre sostanzialmente le nostre emissioni di CO₂ senza modificare il processo di produzione. Oltre a essere un risultato significativo, questo rappresenta un altro passo importante per limitare la nostra dipendenza dal petrolio” spiega Andrzej Olszewski, Plant Manager presso PACCOR Bydgoszcz. “Inoltre, il rispetto dello standard ISCC PLUS garantisce la completa trasparenza nella produzione, assicurando elevati standard di qualità alle nostre soluzioni per il confezionamento del gelato”.