Aggiornamento mercati 2-9-2020

0
224

A luglio 2020, i prezzi medi UE del latte crudo sono aumentati dello 0,8% rispetto a giugno (32,8 c/kg). Per quanto concerne le quotazioni delle principali commodity lattiere comunitarie nelle ultime 4 settimane si ravvisa un generale rialzo a eccezione del WMP in calo dello 0,8% a 274 €/100 kg. Così il prezzo UE del burro è salito a 343 €/100 kg (+0,6%), quello dell’SMP a 214 €/100 kg (+2,1%), con il cheddar che si attesta a 296 €/100 kg (+0,3%).

Si rafforza il prezzo del latte spot italiano pari a 35,3 c/kg (30 agosto 2020).

Nella settimana 35 rispetto alle 4 settimane precedenti, i costi di alimentazione sono rimasti invariati mentre quelli energetici hanno perso l’1,0%.

All’ultima asta GDT (1/09), l’indice generale dei prezzi ha ceduto l’1,0% a causa dell’indebolimento di cheddar (-0,4%), burro (-1,2%), WMP (-2%) non compensato dal rafforzamento di SMP (+1,8%), lattosio (+0,8%), latticello in polvere (+3,9%).

Produzione di latte neozelandese: + 3,2% a giugno-luglio 2020 (primi due mesi della campagna 2020/21)

Produzione di latte australiana: -0,2% per l’intera campagna (luglio 2019-giugno 2020) rispetto al 2018/19

Prezzi USA del latte (classe III): in rialzo da maggio 2020 quotano 52,7 c/kg (rispetto a 27,64 c/kg di maggio)

I prezzi del latte in Nuova Zelanda sono leggermente aumentati a luglio 2020, portandosi a 28,82 c/kg, -15% dall’inizio dell’anno.

Rispetto alle ultime 2 settimane, incremento significativo dei prezzi di SMP negli Stati Uniti e in Oceania (6,4% e 6% rispettivamente).

I prezzi di burro e SMP sono i più bassi negli Stati Uniti, il cheddar nell’UE e il WMP in Oceania.

Fonte: European Milk Market Observatory

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here