Il progetto LoST EU al debutto

372

Otto formaggi, cinque regioni, e un nuovo viaggio alla scoperta (o ri-scoperta) di territori, tradizioni e storie di piccoli produttori italiani.

È questo, in breve, il nuovo programma LoST EU, progetto dell’Associazione Alte Terre DOP sostenuto dell’UE sul tema sostenibilità e promozione delle piccole denominazioni casearie. Esso mira a portare avanti un piano di comunicazione e di eventi finalizzati alla valorizzazione di alcuni formaggi italiani.

I protagonisti DOP: dalla Regione Piemonte Murazzano, Roccaverano, Ossolano; Puzzone di Moena dal Trentino; Strachitunt dalla Lombardia; dalla Sicilia Vastedda della Valle del Belice e Pecorino Siciliano; Provolone del Monaco dalla Campania. Regioni con paesaggi mozzafiato, che raccontano la bellezza del nostro Paese e allo stesso tempo sono la culla di questi formaggi.

LoST racconta, quindi, di luoghi e prodotti lontani tra loro, accomunati però dallo strettissimo legame che hanno con la loro storia e il loro territorio, diventando simbolo di un “altrove” rispetto a una cultura più convenzionale.

L’acronimo LoST (looking for the sustainability of taste in Europe) significa proprio la ricerca di un gusto unico, irripetibile, che porta in sé i valori della sostenibilità.

In questo scenario, i formaggi di LoST parlano di radici, famiglie e comunità perdute, riaffermando un’etica agricola che infonde la speranza di un cambiamento futuro.

E la filosofia di LoST vuole appunto stimolare le persone a riflettere, a porsi domande, a mettersi in viaggio alla scoperta di nuove pratiche e valori, per far ritrovare a tali formaggi il loro “consumatore perduto”.

Il debutto ad Alba e Barolo

Durante il Festival Collisioni 2023 di luglio, ad Alba, l’ONAF allestirà un’area di degustazione e racconto dei formaggi.

Un’occasione di grande visibilità mediatica che potrà dare grande risalto al progetto, anche sui canali social, attraverso storie, video interviste e pillole che verranno pubblicate sulle nuove pagine del progetto.

Il percorso didattico dei formaggi Dop di Lost proseguirà nella rassegna di serate in musica a Barolo, dove un pubblico di circa 500 persone potrà partecipare a degustazioni guidate nel cortile del Castello, con la presenza degli stessi produttori.

E anche nella nuova location del Parco Tanaro di Alba i formaggi di Lost saranno protagonisti di degustazioni e percorsi sensoriali.

“Il nuovo progetto europeo LoST ci offre l’opportunità storica di mettere in rete a livello nazionale alcuni dei consorzi di tutela più rappresentativi delle piccole DOP dei formaggi di maggiore qualità del nostro Paese: Vastedda, Murazzano, Pecorino Siciliano, Strachitunt, Puzzone di Moena, Roccaverano, Ossolano, Provolone del Monaco.
Eccellenze di tradizione millenaria che condividono una stessa filosofia produttiva fondata sul rispetto dell’ambiente, della salute del consumatore e del benessere animale” commenta Natalino Giordano, presidente dell’Associazione Alte Terre DOP.
“La partecipazione al festival Collisioni, che da sempre coniuga la grande musica a una filosofia green attenta alle piccole produzioni food&wine artigianali di qualità, ci offre una bella vetrina  mediatica per dare avvio a un triennio di collaborazione e a un percorso di crescita comune che vedrà i consorzi impegnati nella promozione sui mercati Italia, Germania e Svezia e prenderà il via proprio con la vetrina mediatica dell’evento Agrirock più famoso in Italia.”