Anche un turco-cipriota tra i produttori della DOP Halloumi

285

A seguito della registrazione della DOP nel 2021, solo l’Halloumi/Hellim prodotto nell’isola di Cipro conforme al disciplinare di produzione può essere commercializzato nell’UE fregiandosi di tale denominazione. Pertanto i produttori ubicati in entrambi i versanti della Linea Verde, che divide l’isola in due parti, possono richiedere la certificazione DOP dei loro formaggi. Sinora i produttori della DOP appartenevano solo alla parte greco-cipriota ma ora si è aggiunto anche un turco-cipriota. Infatti, ha avuto esito positivo il controllo che Bureau Veritas, l’organismo accreditato a livello internazionale delegato a svolgere i relativi controlli ufficiali in tutta l’isola, ha effettuato nel febbraio di quest’anno.

Nella parte turco-cipriota rimangono tuttavia ancora delle criticità: tale comunità deve ancora attuare le norme UE sanitarie, fitosanitarie e del benessere animale per beneficiare appieno del regime di qualità comunitario. Solo tale rispetto permetterà infatti il commercio nell’UE dell’Halloumi turco-cipriota. Ciò dovrebbe avvenire entro la fine del 2024.