Balzo del commercio food UE in marzo

0
115

Il 28 giugno la Commissione europea ha diffuso il monitoraggio del commercio agroalimentare UE relativo a marzo 2022.

In tale mese il commercio agroalimentare dell’UE (esportazioni+importazioni) ha raggiunto un valore di 32,6 miliardi di euro (+12% rispetto a marzo 2021). Questo grazie a un rialzo a valore sia delle importazioni UE nell’ultimo anno sia delle esportazioni UE a febbraio e marzo 2022. Rispetto a febbraio 2022, i flussi commerciali dell’UE registrano un +13% a marzo.

L’UE ha esportato 18,9 miliardi di euro di prodotti agricoli nel marzo 2022, mentre le importazioni dell’UE hanno raggiunto i 13,7 miliardi di euro. Pur essendo elevati a livello globale, i prezzi hanno guadagnato rispettivamente l’11% e il 16% rispetto febbraio. Nel marzo 2022 la bilancia commerciale dell’UE si è attestata a 5,3 miliardi di euro, similmente a quanto accaduto in febbraio.

Per il lattiero

Da segnalare a marzo un rialzo del 14% rispetto al mese precedente per le esportazioni lattiero-casearie comunitarie (+8% rispetto a marzo 2021).

Le esportazioni dell’UE nel Regno Unito sono aumentate del 22% nel primo trimestre del 2022, anno su anno. Questo grazie a un forte aumento per lattosio (+174%) e burro (+112%).

La bilancia commerciale con l’Ucraina

I protagonisti dell’export alimentare UE in Ucraina nel 2021 sono stati i formaggi (7% delle esportazioni totali dell’UE in Ucraina), preparati alimentari misti (6%), preparati a base di cereali (6%) e cioccolato (6%). Nel marzo 2022, le catene logistiche UE sono state interrotte e le quantità esportate in Ucraina sono diminuite rispetto a marzo 2021. Per esempio, i volumi di formaggio hanno perso l’85%, le preparazioni alimentari miste il 61% e le preparazioni di cereali l’11%.