Centrale del latte di Roma: si trascina il contenzioso ventennale

0
196

La Corte di Appello di Roma ha deliberato che la Centrale del Latte di Roma debba tornare nelle mani del Comune.

Infatti, il Tribunale ha respinto il ricorso di Parmalat (Lactalis) che dovrà restituire alla città di Roma non solo il 75% delle azioni della Centrale ma anche i dividendi distribuiti dal 2005 al 2012.

È questo l’ultimo atto di un contenzioso che si trascina da 23 anni e che potrebbe determinare incertezza sul futuro del marchio, dei lavoratori e della filiera. Tutto nasce nel 1996 quando il comune di Roma decise di privatizzare la centrale, imponendo però al vincitore della gara un vincolo quinquennale alla vendita del pacchetto azionario. Tale clausola non fu rispettata e così la vicenda giudiziaria ebbe inizio.

Parmalat, che ora dovrebbe restituire tale partecipazione, sta valutando se presentare ricorso alla Corte di Cassazione. Giochi ancora aperti dunque!