Cooperativa 3A: Penisola e Asia spingono le vendite 2019

0
197

Il bilancio 2019 della coop sarda ha chiuso con un fatturato di 183,2 milioni di euro. La produzione complessiva lattiera ammonta a 205 milioni di litri, di cui 197 milioni di latte bovino, 6 milioni di latte caprino e 2 milioni di litri di latte ovino. Il valore della remunerazione ai soci conferitori ha superato gli 80 milioni di euro.

Sensibile, inoltre, la crescita dei ricavi dei marchi aziendali non solo in Sardegna, ma soprattutto in Penisola e all’estero, che riconferma la cooperativa tra i principali attori dairy nazionali.

Il risultato economico dello scorso anno si fonda su una strategia fondata su presidio dei mercati storici e sviluppo commerciale in Penisola e in Cina. In Sardegna nel 2019 i best seller di Arborea sono stati i formaggi duri (Gran Campidano) e lo yogurt. In ambito nazionale, si è distinto il latte UHT, la cui distribuzione ponderata è significativa in gran parte delle regioni italiane, seguito dallo yogurt e, a partire da giugno 2020, dal latte fresco, prima volta per Arborea, disponibile a Roma e a Milano nelle catene Gross e Finiper.

Terzo driver di crescita il mercato asiatico che, allargando l’analisi ai primi mesi del 2020, ha registrato una crescita del fatturato del 25% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, in particolar modo nel canale bakery, nonostante il lockdown cinese.

Durante la pandemia, Arborea ha registrato un incremento della produzione di latte del 6,1%, riuscendo però a sviluppare la trasformazione e le vendite nonostante le difficoltà tecnico-organizzative e la chiusura di alcuni canali di distribuzione.

Il vertice della coop

Durante l’approvazione del bilancio, l’assemblea dei soci ha riconfermato Gianfilippo Contu alla presidenza della Cooperativa Assegnatari Associati Arborea. Sarà affiancato da: Simonetta Milan, prima donna allevatrice a entrare nel consiglio di amministrazione di Arborea; Michele Zirone; Giovanni Molinu; Emanuele Balliana; Filippo Vettore; Davide Pozzebon; Carletto Lasi; Federico Panetto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here