Da MASAF, CDP e Intesa Sanpaolo 20 miliardi per l’agricoltura

41

Il ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste, Cassa Depositi e Prestiti e Intesa Sanpaolo hanno siglato un accordo per promuovere politiche creditizie e sinergie destinate allo sviluppo del settore agricolo e agroalimentare, anche in relazione alle misure del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Intesa Sanpaolo metterà a disposizione del settore 20 miliardi di euro per il rilancio dell’agricoltura italiana – nell’ambito del più ampio plafond creditizio di 410 miliardi di euro a sostegno delle iniziative del PNRR – anche utilizzando la provvista fornita da CDP.

Obiettivo prioritario dell’accordo, individuare i programmi di investimento per:

• valorizzazione e sviluppo delle filiere produttive italiane;

• ricerca, sperimentazione, innovazione tecnologica e valorizzazione dei prodotti;

• risparmio energetico, economia circolare e interventi per il benessere animale;

• internazionalizzazione delle imprese agricole e sostegno all’espansione nei mercati esteri;

• ricambio generazionale in agricoltura, reti d’impresa, digitalizzazione ed e-commerce;

• supporto alle giovani generazioni che avviano nuove attività imprenditoriali in agricoltura o

sviluppo di quelle esistenti;

• accesso alle iniziative di agevolazione per il settore, a valere in particolare sul PNRR e sul Piano Nazionale per gli investimenti Complementari (PNC).

Per sostenere l’accesso al credito e l’accompagnamento verso canali alternativi di finanziamento da parte delle imprese del settore, i 3 firmatari dell’accordo intendono elaborare un intervento finalizzato a favorire una gestione più efficiente del magazzino dei prodotti caratterizzati da una lunga stagionatura, promuovendo il miglioramento della posizione finanziaria delle imprese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here