È Yili ad avere il maggior tasso di crescita al mondo

0
188

 

Secondo il Global Dairy Top 20 del 2022 redatto da Rabobank, la cinese Yili Group non solo si conferma tra i primi cinque player lattieri a livello mondiale con un fatturato di 18,2 miliardi di dollari, mantenendo saldamente la sua posizione di leadership in Asia per il nono anno consecutivo.

Ma l’azienda cinese vanta il maggiore tasso di crescita (31,7%) tra le prime 20 in classifica. E ha così ridotto i margini tra le prime quattro e ha reso difficile per le altre aziende della classifica recuperare terreno, mantenendo un forte slancio.

Sfondata la soglia di 100 miliardi di RMB

Quest’anno, il Rapporto Rabobank evidenzia un rafforzamento della concorrenza nel settore. Grazie all’acquisizione di Ausnutria Dairy e all’impennata delle vendite nazionali, Yili è diventato il primo produttore lattiero-caseario dell’Asia a superare i 100 miliardi di RMB (14,85 miliardi di dollari) di fatturato.

L’innovazione ha permesso a Yili di mantenere la leadership di segmenti del latte alimentare e dei gelati. I marchi Yili, Satine e AMBPOMIAL hanno superato ciascuno il record di 20 miliardi di RMB (2,97 miliardi di USD) di vendite annuali.

Anche i settori del latte in polvere e del formaggio stanno emergendo. Le vendite al dettaglio di Yili di formaggio sono aumentate del 6,3% rispetto all’anno precedente. Il marchio Jinlingguan svetta nel segmento del latte in polvere per tasso di crescita.

Lo sviluppo

In Cina, l’azienda si è fatta promotrice della nuova Yili Future Intelligence and Health Valley – definita la “Silicon Valley del latte” – che ospita i più grandi stabilimenti per capacità produttiva, digitalizzazione e con le tecnologie più avanzate del settore.

Yili sta inoltre creando una rete globale nei principali mercati e attualmente opera in oltre 60 Paesi. Il Rapporto FY2021 mostra che i ricavi esteri di Yili hanno spuntato un rialzo dell’8%. In Indonesia è già attivo il primo stabilimento di gelati costruito da Yili che, assieme al sito tailandese, è rivolto ai consumatori SEA. Migliorando il sistema di produzione e raddoppiando la capacità dell’impianto di burro di Hokitika, la controllata Westland ha potuto ampliare la quota di mercato del burro Westgold.

Quest’anno Yili ha pubblicato il Piano per un futuro a zero emissioni di carbonio e la Tabella di marcia verso un futuro a zero emissioni di carbonio. Oltre a creare la prima fabbrica cinese di alimenti a zero emissioni di carbonio, Yili ha lanciato prodotti lattiero-caseari a zero emissioni di carbonio, tra cui latte, yogurt, latte in polvere biologico e gelato.