Froneri, bilancio del primo semestre

0
135

Nel primo trimestre del 2019 i risultati di Froneri sono stati positivi, con volumi particolarmente elevati in gran parte dei mercati europei. Il secondo trimestre invece, complici avverse condizioni meteorologiche, è stato inferiore a quello dello scorso anno, in particolare in Europa. Ciononostante, Froneri ha continuato a conquistare quote di mercato, soprattutto in Paesi chiave come Spagna, Australia e Regno Unito.

L’impatto di Nuii

All’inizio del 2019, Froneri ha lanciato con successo il marchio Nuii in sei mercati europei che hanno risposto molto positivamente, permettendo così al brand di anticipare i target e le aspettative. Nuii ha contribuito a sviluppare ulteriormente il portafoglio dei marchi Froneri di serie A. Ciò, in aggiunta alla crescita organica e al lancio di altri prodotti Mondelez (ad esempio Oreo in Australia), ha fatto sì che i marchi di serie A siano cresciuti a un tasso superiore rispetto alle vendite totali del gruppo.

Razionalizzare e riorganizzare

Di pari passo Froneri sta procedendo sia a una razionalizzazione dei costi, migliorando l’efficacia dei processi di acquisto delle materie prime, sia a un’integrazione delle attività produttive e distributive. Spagna, Italia e Bulgaria hanno già adottato i sistemi operativi di Froneri e Germania, Austria e Svizzera dovrebbero completare il processo entro gennaio 2020.

Le acquisizioni

Froneri ha completato l’acquisizione della neozelandese Tip Top ceduta da Fonterra nel maggio 2019; ad agosto è stato il turno delle attività gelato di Nestlé in Israele, operazione che ha portato tutte le attività gelato di Nestlé in Europa, Medio Oriente e Nord Africa nel gruppo Froneri. L’integrazione di entrambe le attività è attualmente in corso. Per finanziare tali acquisizioni, Froneri ha emesso prestiti a termine per 225 milioni di euro di cui 200 nel secondo trimestre.

Nel breve termine

Il Q3 è iniziato bene e Froneri ora spera in contributo proficuo da parte delle attività in Nuova Zelanda, meteo permettendo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here