Guida IDF sulla terminologia lattiero-casearia

0
185

L’International Dairy Federation (IDF) ha pubblicato un aggiornamento al suo Bulletin the Codex General Standard for the Use of Dairy Terms (GSUDT). Contiene gli ultimi aggiornamenti su natura, contenuti e possibili implicazioni del GSUDT nel contesto del commercio nazionale, regionale e internazionale, compreso il suo status nel quadro dell’accordo OMC sulle barriere tecniche al commercio.

La protezione dell’integrità dei prodotti lattiero-caseari è fondamentale, dato che la produzione e l’immissione sul mercato di imitazioni nutrizionalmente inferiori possono comportare potenziali rischi per la salute dei consumatori. Nel 1999 il Codex Alimentarius ha adottato il Codex General Standard for the Use of Dairy Terms (CXS 206-1999) nell’ambito del suo mandato di garantire il corretto utilizzo della terminologia riservata al latte e ai prodotti lattiero-caseari. Questo per assicurare pratiche eque nel commercio alimentare e per proteggere i consumatori dall’essere confusi o indotti in errore dall’uso di termini “lattiero-caseari” per designare prodotti non lattiero-caseari.

Riconosciute a livello globale e implementate nelle normative o nelle politiche di molti Paesi, le semplici regole del Codex GSUDT forniscono un quadro accettato a livello internazionale per proteggere l’integrità del latte e dei prodotti lattiero-caseari da prodotti di imitazione nutrizionalmente inferiori che tentano di trarre vantaggio dall’immagine sana e naturale dilatte e derivati. L’IDF Bulletin 507/2020: The Codex General Standard for the Use of Dairy Terms è stato creato per aiutare i politici, gli operatori del settore alimentare e le autorità a interpretare i precetti del GSUDT. La nuova edizione sostituisce il precedente IDF Bulletin 397 del 2005 sull’argomento ed è accompagnata dalla pubblicazione di un IDF Position Paper, che fornisce una panoramica e i messaggi chiave.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here