I peptidi sierici e l’influenza sul metabolismo lipidico

0
146
Picture of fat woman looks sad while showing help word on her hand. Shot at home

Scopo dello studio valutare se i peptidi bioattivi generati dalle sieroproteine del latte alterino il metabolismo dei lipidi e il loro accumulo nel tessuto muscolare e adiposo. Preadipociti murini 3T3-L1 e miotubi C2C12 sono stati incubati con una miscela di peptidi derivanti dalla digestione gastrointestinale in vitro (con pepsina-pancreatina) di albumina sierica o di un isolato di sieroproteine (WPI) vaccini. Sono stati quindi valutati gli effetti sugli indicatori del metabolismo lipidico e della sensibilità all’insulina. I peptidi, in particolare quelli derivati dalla BSA, hanno promosso la differenziazione degli adipociti 3T3-L1 e l’accumulo di trigliceridi (TG) in conformità con la sovraregolazione del recettore proliferatore di perossisomi γ (PPARγ). I peptidi della BSA hanno anche aumentato la lipolisi e l’ossidazione dei grassi mitocondriali negli adipociti, associate alla sovraregolazione del recettore δ attivato dal proliferatore del perossisoma (PPARδ). Nei miotubi C2C12, i peptidi da WPI, ma non quelli da BSA, hanno migliorato la resistenza all’insulina indotta dal palmitato, associata a una ridotta infiammazione, all’accumulo di diacilglicerolo e all’aumento del degli acidi grassi esterificati nel pool di TG. Nel loro insieme, i risultati raccolti suggeriscono che i peptidi derivanti dalla digestione gastrointestinale in vitro delle proteine del siero alterino il metabolismo e l’accumulo di lipidi negli adipociti e nei miotubi scheletrici.

Bibliografia

I peptidi del siero stimolano la differenziazione e il metabolismo lipidico negli adipociti e migliorano la resistenza all’insulina indotta dalla lipotossicità nelle cellule muscolari, di K. D’Souza et al., Dalhousie Univ., Dalhousie Univ. e Univ. of Ottawa, Nutrients vol. 12 n. 2 (2020) – doi.org/10.3390/nu12020425

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here